FANDOM


Shura è un nativo di Bilca. È stato uno dei sacerdoti di Ener.

Aspetto Modifica

Shura ricorda lo stereotipo dell'aviatore dell'inizio del '900. Ha un paio di baffi sottili e appuntiti, porta in testa un cappello da aviatore decorato con due ali, e ha un paio di occhiali protettivi sulla fronte. Indossa una giacca di pelo arancione senza maniche da cui spunta un vestito con maniche marroni decorate da linee beige; anche i suoi pantaloni sono arancioni e sono sorretti da una cintura. Porta guanti e stivali di pelliccia e una sciarpa viola attorno al collo. Ha i capelli scuri e sulla schiena porta il tipico paio d'ali comuni agli abitanti delle isole del cielo.

Carattere Modifica

Così come gli altri sacerdoti di Ener, Shura si fida molto delle sue abilità, ed è determinato ad uccidere ogni trasgressore. Nonostante la sua crudeltà, ha mostrato apparentemente di possedere anche un po' di pietà e comprensione per le parole del nemico. Prima di attaccare Chopper, al quale parla chiamandolo per nome, discute con lui della richiesta del pirata di non uccidere né lui, né i suoi amici, e di non distruggere la nave.

Relazioni Modifica

Non ha un buon rapporto con Gedatsu, Ohm e Satori: tra di loro c'è una sorta di competizione che consiste nel vedere chi riesce a uccidere per primo il criminale di turno. Inoltre sono disposti a combattere tra loro per vedere chi sia il più forte.

Forza e abilità Modifica

Shura punisce i criminali con la prova del filo (紐の試練, Himo no Shiren), la quale ha una percentuale di sopravvivenza del tre per cento. Coloro che scelgono di affrontarlo finiscono involontariamente impigliati in fili praticamente invisibili e particolarmente resistenti, rimanendo bloccati; a quel punto Shura li attacca di persona. Possiede una discreta resistenza, in quanto riesce a sopportare abbastanza bene l'urto di un Dial Impact.

Shura cavalca spesso il suo animale, Fuza, con cui riesce ad attaccare dall'alto. Fuza ha un Flame Dial in bocca, e quindi può sputare fuoco.

Ambizione Modifica

Shura è capace di utilizzare l'Ambizione della percezione, anche se nelle isole del cielo è chiamata "mantra". Grazie al mantra può prevedere le azioni del nemico prima che vengano messe in atto, ed agire di conseguenza.

Armi Modifica

Arma di Shura

L'arma di Shura.

Lente Per maggiori informazioni, vedere Heat Javelin

Per combattere utilizza una lancia di nome Heat Javelin, che possiede al suo interno un Heat Dial, rendendo l'arma capace di provocare incendi ed ustionare.

Storia Modifica

Passato Modifica

Sei anni prima dell'inizio della storia Ener, dopo avere distrutto Bilca, raggiunse Skypiea portando con sé Shura e gli altri suoi subordinati. Giunti lì Ener divenne il nuovo dio di Skypiea estromettendo Gan Forr dal suo trono. Da allora Ener instaurò un regime di terrore in tutta l'isola e Shura, assieme agli altri sacerdoti, iniziò a presiedere una delle prove che dovevano essere affrontate da qualunque intruso dell'Upper Yard, divenuta terra esclusiva di Ener.

Saga di Skypiea Modifica

Shura utilizza la sua arma

Shura brucia parte della Merry con la sua arma.

Mentre Nami prova un waver Shura e gli altri sacerdoti inseguono un intruso dell'Upper Yard. I quattro si preparano a finire il malcapitato, ma vengono anticipati dal giudizio divino di Ener e di conseguenza ritornano nell'entroterra.

Poco tempo dopo che Zoro, Nami e Robin si sono addentrati nella foresta, lasciando Chopper da solo a guardia della Going Merry, Shura appare all'altare dei sacrifici. Scoprendo che solo una delle vittime è rimasta al suo posto si arrabbia molto e attacca la renna. All'inizio gioca un po' con lui colpendo la nave e rompendola in vari punti, ma poi si decide ad uccidere il malcapitato. All'ultimo secondo arriva Gan Forr e i due abitanti delle isole del cielo si affrontano in una battaglia aerea. Dopo uno scontro ad armi pari Shura usa i suoi fili per intrappolare il cavaliere del cielo e lo trafigge con la sua lancia. Vedendo Chopper tuffarsi in acqua per salvare il vecchio, ritiene di avere eseguito il proprio compito e si allontana.

In seguito Shura, Gedatsu e Ohm affrontano i guerrieri Shandia precipitatisi nell'Upper Yard dopo avere saputo della sconfitta di Satori. I tre sacerdoti, nonostante lo svantaggio numerico, riescono a tenere testa ai nemici, costringendoli alla ritirata al tramonto. I tre non inseguono il gruppo di invasori perché vengono convocati da Ener al suo santuario. Giunti lì Shura inizia a provocare i suoi compagni e i tre iniziano a lottare. I sacerdoti però pongono fine alla loro lite non appena sopraggiunge Ener, che li colpisce tutti. Dopodiché il dio spiega ai suoi sacerdoti che Maxim è pronta a partire e che quindi hanno il compito di fare piazza pulita degli abitanti di Skypiea con ogni mezzo a loro disposizione.

La mattina dopo Shura imprigiona molti Shandia con i suoi fili, ma Wiper, l'unico a non venire catturato, riesce a raggiungerlo e lo sconfigge con un Reject Dial, nonostante il sacerdote lo trafigga con la sua arma. In questo modo, Shura è la prima persona a cadere durante il survival.

Viene poi esiliato, assieme agli altri sacerdoti, per mezzo di una nuvola vagante.[2]

Curiosità Modifica

  • "Shura" è la parola giapponese che significa "carneficina". Inoltre è l'abbreviazione di "Ashura", un semidio della guerra.

Note

  1. One Piece Blue Deep: Characters World, pagina 83.
  2. Vol. 32 capitolo 300 ed episodio 193, la popolazione menziona il destino dei sacerdoti.

Navigazione Modifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.