FANDOM


Articolo scelto Gente! Questo è un articolo fatto come si deve!

"Shiki" è un articolo completo ed esauriente!

Shiki è il capitano dei Pirati del Leone dorato ed è famoso per essere stato il primo prigioniero ad essere evaso da Impel Down.

Aspetto Modifica

Shiki è un pirata di corporatura massiccia, vestito con abiti tradizionali giapponesi, consistenti in una veste gialla, una rossa e una nera legate insieme da una fascia verde e una catena d'oro, con un mantello giallo che gli copre le spalle.

I suoi capelli, di colore dorato, sono lunghi quasi fino a terra e assomigliano a una folta criniera di un leone. Nel cranio è conficcato ciò che resta del timone della sua nave, incastratosi lì durante la battaglia di Ed Waugh; il dottor Indigo ha detto che tentare di rimuoverlo sarebbe letale per il pirata.

Un'altra caratteristica fisica che si nota molto facilmente è la presenza di due spade al posto delle sue gambe, che Shiki usa come protesi.

Ha sottili baffetti neri sopra la bocca, un folto pizzetto biondo sul mento e due sopracciglia scure e appuntite. Sulla parte sinistra del volto ha alcune macchie violacee e sulla fronte vi sono alcune rughe, a dimostrazione della sua età non più verdissima.

Galleria Modifica

Carattere Modifica

Il più delle volte Shiki si comporta in modo abbastanza calmo. È solito sorridere anche in situazioni negative, come quando il timone gli si è conficcato in testa, quando si è dovuto tagliare le gambe o quando ha perso metà della sua flotta in una battaglia contro Roger.

Sembra essere piuttosto distratto, difatti scambia spesso ciò che gli sta intorno per altre cose: per esempio scambia una nuvola per una tigre o Scarlett per sua madre o sua nonna; questo suo comportamento potrebbe però essere dovuto al timone che gli si è incastrato in testa, il quale potrebbe avere in qualche modo intaccato il suo cervello e la sua percezione delle cose. Gli piace ballare, dal momento che ogni tanto esegue una danza insieme a Scarlett e Indigo. I tre si comportano spesso come un gruppo comico, inscenando anche varie gag.

Shiki sembra possedere un certo talento per la pianificazione e una volta ha persino tentato di coinvolgere Roger in uno dei suoi piani di conquista del mondo. Persino Barbabianca ha riconosciuto il talento del pirata per le macchinazioni. Anche dopo avere saputo dal dottor Indigo che ci sarebbero voluti almeno venti anni per realizzare il suo progetto di distruzione del mare orientale, Shiki ha manifestato una certa soddisfazione nell'attendere tanto a lungo, dimostrando una grande pazienza e devozione verso i suoi piani. Il fatto che in tutti quegli anni il Governo Mondiale non abbia più avuto informazioni sul suo operato, poi, dimostra una grande discrezione nel pirata.

Di tanto in tanto, però, la sua capacità di giudizio e la sua astuzia sono state accecate da rabbia e collera, portando Shiki a commettere azioni imprudenti, come quando ha attaccato Marineford da solo dopo avere saputo della cattura di Roger.

Il pirata si è dimostrato un leader carismatico e capace, dal momento che è riuscito a formare vastissime flotte pirata in almeno due momenti della sua carriera. Il primo, venti anni prima della narrazione, quando la sua flotta era la più numerosa del mondo; il secondo, due anni prima degli eventi attuali, quando le sua flotte alleate hanno raggiunto le cinquanta unità. Sembra inoltre curarsi dei suoi alleati, trattandoli con considerazione e rispetto, nonostante a volte uccida alcuni subordinati per ragioni non sempre molto importanti.

A detta di Garp, Shiki non è il tipo di persona da tollerare un periodo di pace troppo prolungato, ma ha anche aggiunto che il pirata non istigherebbe qualcuno di potente senza un'attenta pianificazione. Questo implica una mentalità da guerrafondaio nel pirata.

Infine Shiki ha dimostrato di essere molto spietato, all'occorrenza, come quando ha massacrato decine di marine a Marineford, quando ha ucciso dei suoi subordinati per futili ragioni e quando ha ordinato di distruggere il villaggio dell'arcipelago Merveille solo per dimostrare la potenza degli animali mutanti ai suoi alleati. Aveva poi in progetto di distruggere il mare orientale, che egli considerava come "il più debole" e che odiava poiché aveva dato i natali al suo grande nemico, Roger.

Relazioni Modifica

Ciurma Modifica

Shiki valorizza molto i propri alleati per sua stessa ammissione. Questa sorta di rispetto sembra però non estendersi anche ai membri di grado più basso della sua flotta, dal momento che egli non esita a ferirli o persino ucciderli nel caso in cui deludano le sue aspettative, come quando fredda uno dei suoi meteorologi a seguito di una sua previsione del tempo errata.

Indigo Modifica

Shiki Scarlet Indigo

Scarlett, Shiki e Indigo durante una delle loro scenette.

Il dottor Indigo ha passato più di venti anni al servizio di Shiki, e i due sembrano condividere una specie di rapporto d'amicizia, tanto che il dottore, alle volte, si permette persino la confidenza di schiaffeggiare il suo capitano qualora commetta qualche stupidaggine, senza per questo essere punito; inoltre, Shiki, seppur irritato dal rumore che le scarpe di Indigo fanno mentre questi cammina, non lo obbliga con la forza a cambiarsele.

Indigo ha l'abitudine di cercare di informare Shiki di qualsiasi novità mimandola con strani gesti e movimenti, fino a che il suo capitano non gli chiede di parlare per spiegarsi.

Insieme a Scarlett, infine, Shiki improvvisa spesso strane danze o simpatiche gag, altra cosa che indica un certo grado di confidenza.

Scarlett Modifica

Shiki gira spesso in compagnia di Scarlett e solitamente il gorilla prende parte, insieme a Indigo, agli spettacoli inscenati dal suo capitano. A volte il pirata volante scambia Scarlett per una sua parente, causando attacchi d'ira di Indigo che colpisce Shiki per fargli comprendere la svista.

Nemici Modifica

Gol D. Roger Modifica

Shiki è stato in conflitto con Gol D. Roger, per via dei loro ideali contrastanti. Alla vigilia del loro ultimo scontro, però, il Leone dorato si era dichiarato disposto a mettere una pietra sopra sul passato se Roger avesse formato un'alleanza con lui; al rifiuto del futuro re dei pirati la battaglia tra le due flotte iniziò.

Nonostante lo odiasse, Shiki teneva in grande considerazione Roger e aveva un forte rispetto per lui e la sua forza. La cosa potrebbe però non essere stata reciproca: infatti, Roger, poco prima della sua esecuzione, non andò a parlare con Shiki come aveva fatto con Barbabianca e Garp, segno che come rivale non lo teneva particolarmente in considerazione. Ad ogni modo, alla notizia della cattura del re dei pirati da parte della Marina, Shiki invase l'isola di Marineford reclamando il diritto di uccidere lui stesso il suo vecchio rivale, e anche rinchiuso a Impel Down Shiki mostrò tristezza pensando ai numerosi novellini intenzionati ad invadere la Rotta Maggiore e a veterani, come Roger, non più in vita.

Governo Mondiale Modifica

Shiki prova un certo odio non solo verso la Marina, come tutti i pirati, ma anche verso il Governo Mondiale. Il suo piano ventennale, infatti, prevedeva la sua caduta. Shiki inoltre ha attaccato Marineford due volte. La prima quando ha tentato di invaderla per uccidere personalmente Roger; la seconda vent'anni dopo, al termine della fase di preparazione del suo piano, per minacciare l'intero Governo Mondiale.

Anche la sua fuga da Impel Down, la prima nella storia della prigione, rappresenta un attacco al Governo Mondiale; l'incidente ha ferito l'orgoglio di vari esponenti e tra questi quello di Magellan, che allora era vicedirettore della prigione.

Pirati di Cappello di paglia Modifica

Data la sua intenzione di distruggere il mare orientale, Shiki si è reso nemico l'intera ciurma di Rufy, perché alcuni componenti provengono proprio da quel mare.

Shiki si è dimostrato interessato a Nami fin dai primi momenti in cui l'ha conosciuta per via della sua bellezza e soprattutto della sua abilità come navigatrice. Per costringerla ad accettare l'invito nella sua ciurma, il pirata ha dovuto rapirla e minacciare di morte i suoi compagni, ma quando Nami ha cercato di tradirlo, Shiki non ha dimostrato molti scrupoli verso l'idea di lasciarla morire.

Altri Modifica

Edward Newgate Modifica

Shiki e Newgate

Shiki e Barbabianca discutono a bordo della Moby Dick.

Nonostante tra i due non paia esserci stata nessuna alleanza, Shiki e Barbabianca sembravano essere in rapporti abbastanza buoni, in parte simili a quelli tra Newgate e Roger.

Forza e abilità Modifica

Shiki comandava una numerosa flotta, formata da almeno cinquanta divisioni. Nonostante non si abbiano informazioni sulla reale forza dell'equipaggio, si sa per certo che un tempo quella del Leone dorato era la ciurma più numerosa. Shiki è riuscito a costruire una flotta di quelle dimensioni per ben due volte: la prima all'epoca di Roger e la seconda vent'anni dopo.

Durante l'era d'oro della pirateria, Shiki era una delle figure più potenti e influenti al pari di Sengoku, Garp, Barbabianca e lo stesso Roger, di cui era acerrimo rivale. In seguito al suo arresto è stato rinchiuso al sesto livello di Impel Down, dove vengono rinchiusi solo i più forti e pericolosi criminali al mondo. Qui aveva una bassa considerazione di tutti i detenuti presenti, tanto che, a sua detta, nessuno di loro poteva realmente ambire a trovare lo One Piece. È stato anche il primo uomo ad evadere dalla grande prigione, ritenuta una vera e propria fortezza, completamente da solo. Considerando che inseguito Rufy è dovuto ricorrere all'aiuto di Ivankov, Jinbe, Crocodile e oltre duecento prigionieri per riuscire ad evadere, la sua impresa rimane unica nella storia della prigione. Inoltre dopo essere evaso è riuscito a non far trapelare alcuna notizia su di lui o sulle sue attività al Governo Mondiale.

La sua abilità combattiva era tale da permettergli di irrompere a Marineford, uccidere centinaia di marine e combattere alla pari con Garp e l'allora ammiraglio Sengoku, in uno scontro che ha raso al suolo mezza Marineford, avendo solo infine la peggio.

Ventiquattro anni dopo, durante lo scontro con i Pirati di Cappello di paglia, Shiki ha tenuto testa e persino sconfitto Rufy, Zoro, Sanji, Usop e Chopper contemporaneamente con grande facilità.

Shiki è anche un abile timoniere, tanto da guidare direttamente la sua Nave isola.

Capacità fisiche Modifica

Shiki possiede anche una grandissima resistenza e un'elevata sopportazione del dolore. Infatti, dopo essersi amputato le proprie gambe per liberarsi dalle catene di agalmatolite, Shiki rimaneva impassibile al dolore, tanto da fumare un sigaro con disinvoltura e scherzare con Hannyabal, il vicedirettore. Nonostante le pesanti emorragie è poi riuscito ad evadere dalla grande prigione nonostante l'elevata presenza di guardie e senza aver ricevuto alcun trattamento medico.

Inoltre, nonostante la vecchiaia, la forza fisica di Shiki è rimasta estremamente potente, tanto da bloccare con una sola mano i calci di Sanji e da combattere alla pari con Rufy in Gear Second. Ha anche dimostrato grande velocità e una buona prontezza di riflessi, tanto da respingere facilmente tutti gli attacchi di Zoro. Sempre durante lo stesso scontro ha anche subito un colpo di Chopper in Arm Point senza particolari conseguenze. Inoltre è sopravvissuto dopo che un timone gli si è conficcato nel cranio, cosa che ha impressionato lo stesso Indigo.

Frutto del diavolo Modifica

Lente Per maggiori informazioni, vedere Fuwa Fuwa
Shiki manipola la terra

Shiki manipola la terra fino a formare due leoni che travolgono gli avversari.

Shiki ha mangiato il frutto del diavolo Fuwa Fuwa della categoria Paramisha. Il suo potere gli permette di fare levitare e di controllare a suo piacimento qualsiasi cosa egli tocchi con le sue mani, purché sia composta da materia inanimata, dal momento che le sue capacità non funzionano sugli esseri viventi eccetto se stesso. Secondo le parole di Shiki, ciò che viene fatto levitare può tornare a terra solo per volontà di Shiki stesso, oppure se egli perde i sensi.

Shiki è esperto nell'uso del suo frutto, dal momento che riesce a manipolare fino al più piccolo componente dell'ambiente che lo circonda, dai frammenti di terra ai fiocchi di neve. Oltre che per fare levitare la sua nave isola e l'arcipelago Merveille, il pirata utilizza il suo frutto del diavolo in combattimento. È in grado di ergersi sugli avversari librandosi in aria e può poi manipolare a proprio piacimento l'ambiente circostante per utilizzarlo contro gli avversari. Ha dimostrato di sapere controllare persino l'acqua, se questa si trova su una porzione di terreno con cui è venuto a contatto.

Armi Modifica

Lente Per maggiori informazioni, vedere Dieci ciliegi e Tramontana
Shiki fendenti

Shiki usa le sue spade-protesi per effettuare delle stoccate volanti.

Shiki possiede due spade a doppio taglio, Dieci ciliegi e Tramontana, che sostiene siano molto famose. Un tempo il pirata le utilizzava normalmente ma da quando si è dovuto amputare le gambe per fuggire da Impel Down, ha iniziato ad utilizzarle come protesi, legandole a ciò che restava dei suoi arti inferiori. Nonostante ciò non sembra avere problemi di equilibrio nel camminare.

In combattimento è un esperto spadaccino, tanto da riuscire ad uccidere numerosissimi marine durante il suo attacco a Marineford. Da quando ha iniziato ad utilizzare le spade come protesi, Shiki ha imparato a sferrare fendenti molto simili al Rankyaku utilizzato dal CP9.

Shiki porta con sé anche una pistola ed ha dimostrato di possedere una buona mira.

Storia Modifica

Passato Modifica

Venticinque anni prima dell'inizio della narrazione, Shiki apprese che Roger era venuto a conoscenza della posizione di un'arma ancestrale. Propose quindi a quest'ultimo di unire le sue forze alle proprie: con la numerosa flotta di uno e la potenza di un'arma ancestrale dell'altro, Shiki era certo di potere conquistare il mondo. Roger declinò però l'invito, asserendo che essere un pirata significava essere libero, invece di dovere ordire e seguire piani complicati. A seguito del rifiuto del pirata iniziò una grande battaglia navale tra le due flotte presso la località in cui si trovavano, Ed Waugh. All'inizio le forze di Shiki ebbero la meglio, ma a causa di una tempesta Shiki perse metà della sua flotta, ritrovandosi inoltre un timone conficcato in testa per colpa del forte vento, mentre i Pirati di Roger riuscirono a fuggire dal campo di battaglia.

Da questo scontro in poi, Shiki cominciò a provare una grande ammirazione verso Roger, che aveva mostrato un grandissimo coraggio ad affrontare una battaglia in cui era stato in grande svantaggio.

Shiki contro Sengoku e Garp

Shiki si presenta a Marineford.

Due anni dopo, a Shiki giunse la notizia che Roger era stato catturato dalla Marina. Dopo avere sparato all'uomo che lo aveva informato, il pirata si diresse a Marineford dove, da solo, sterminò numerosi marine, non capacitandosi di come tali inetti avessero potuto catturare uno come Roger; egli reclamò inoltre il diritto di uccidere il re dei pirati con le sue stesse mani.

Improvvisamente, però, gli si pararono davanti Sengoku e Garp. L'ammiraglio spiegò a Shiki che non avrebbe potuto mai più scontrarsi con Roger, dal momento che quest'ultimo stava per essere giustiziato nella sua città natale, Rogue Town. A quel punto Shiki, stupito, iniziò a lamentarsi del fatto che la "leggenda del re dei pirati" sarebbe terminata nel mare più debole di tutti, mentre Monkey D. Garp replicò che il mare orientale è un esempio di pace. Sengoku intimò invece un'ultima volta al Leone dorato di non interferire con l'esecuzione di Roger. Iniziò così un grande scontro fra i due marine e il pirata. Per la forza degli scontri della battaglia mezza Marineford venne rasa al suolo, ma alla fine Shiki venne sconfitto e rinchiuso ad Impel Down.

Mentre il pirata giaceva tristemente nella sua cella, sentiva i discorsi dei prigionieri che gli stavano intorno riguardanti l'andare a cercare il favoloso tesoro di Roger e si ripromise di dimostrare al mondo come i pirati fossero i veri dominatori dei mari.

Un anno dopo, il Leone dorato riuscì a fuggire dalla grande prigione di Impel Down, divenendo il primo prigioniero ad essere riuscito ad evadere nella storia della struttura. Per fare ciò Shiki dovette però tagliarsi le gambe al fine di liberarsi delle catene di agalmatolite e per questo motivo, in seguito, il pirata sostituì gli arti perduti con le sue due spade.

Qualche tempo dopo, Shiki raggiunse Edward Newgate sulla sua nave, proponendogli di unirsi a lui. Barbabianca rifiutò seccamente l'invito; Shiki non tentò di convincerlo più di tanto e gli rivelò solo che egli sarebbe sparito dalla circolazione per un po'. In seguito Shiki pose la sua base su un'isola della Rotta Maggiore, laddove progettò di iniziare il suo piano di rivalsa. Egli chiese al dottor Indigo quanto tempo ci sarebbe voluto per mettere in piedi un esercito di animali mutanti, ottenendo come risposta che erano necessari vent'anni. A questo punto il Leone dorato sorrise, promettendo che prima o poi avrebbe portato l'inferno in terra.

Differenze tra manga e anime Modifica

Saga di Little East Blue Modifica

Vent'anni dopo, la realizzazione del suo piano è ormai prossima. Tuttavia uno dei suoi animali mutati, uno scarabeo cornuto gigante, riesce a fuggire dall'arcipelago Merveille e si rifugia su Kansorn. Il Leone dorato incarica dunque Largo e Corto, capitani dei Pirati Amigo, di recuperare l'animale, con la promessa in caso di successo di rendere loro la cinquantunesima ciurma della sua flotta.

In seguito, Shiki riflette che anche in caso di fallimento e quindi nel caso in cui lo scarabeo non dovesse essere recuperato, il suo piano non subirà la minima variazione.

Film 10 Modifica

Shiki incontra la ciurma di Rufy

Shiki incontra la ciurma di Rufy.

Dopo più di vent'anni di esperimenti, il dottor Indigo è riuscito a mettere a punto il SIQ, un siero che permette agli animali di Merveille di evolversi in modo da essere più forti e stimola anche la loro aggressività. Utilizzando le sue bestie, Shiki provoca grandi danni su alcune isole del mare orientale. Inoltre il pirata attacca Marineford, sede della Marina, distruggendo varie navi militari facendole schiantare a terra dopo averle fatte sollevare. In questo modo lancia un avvertimento al Governo Mondiale, facendo comprendere a Garp e Sengoku che il Leone dorato è tornato.

Mentre sta tornando a Merveille sulla sua nave, Shiki incrocia i Pirati di Cappello di paglia. Nami, grazie alle sue notevoli abilità di navigatrice, comprende che sta per scatenarsi una violenta tempesta. Rufy inizia quindi ad urlare alla nave di Shiki al fine di mettere l'equipaggio in guardia sul pericolo imminente, riuscendo a catturare l'attenzione di Shiki, il quale manda sulla Thousand Sunny un Tone Dial al fine di registrare il loro avvertimento. Una volta che il Dial è tornato sulla nave di Shiki e il messaggio di Nami è stato ascoltato gli esperti meteorologi del pirata sono inizialmente in disaccordo sulle previsioni della navigatrice, ma si ricredono subito dopo, quando la tempesta giunge sulla loro traiettoria. L'equipaggio della nave isola riesce però ad evitarla in tempo. Dopo lo scampato pericolo Shiki uccide il proprio navigatore per via della sua previsione errata, dopodiché scende sulla Thousand Sunny per incontrare Nami. Giunto sulla nave il Leone dorato ha modo di conoscere tutta la ciurma, alla quale svela i poteri donatigli dal frutto Fuwa Fuwa. Una volta venuti a conoscenza delle sue capacità Rufy e gli altri chiedono a Shiki di riportare loro nel mare orientale, al fine di ricongiungersi temporaneamente ai propri cari data la grave crisi che quei luoghi stanno attraversando. Shiki finge di accettare di aiutarli ma in realtà, dopo avere toccato la Sunny iniziando quindi a fare levitare anch'essa, porta l'intero gruppo sull'arcipelago Merveille, la quale è sospesa a sua volta nel cielo sempre grazie alle capacità del pirata. A quel punto Shiki rivela il suo vero volto, rapendo Nami e sparpagliando i restanti membri della ciurma sulle varie isole in modo che vengano uccisi dalle sue bestie.

Shiki contro la ciurma di Rufy

Shiki affronta la ciurma per riprendersi Nami.

Una settimana dopo, mentre Rufy e gli altri sono ancora dispersi, Shiki rinnova a Nami l'offerta di unirsi a lui, ottenendo nuovamente un rifiuto. Poco dopo Indigo appare con un nuovo esemplare di volatile evoluto, chiamato Billy, il quale possiede poteri elettrici, che mostra su Shiki stesso; il Leone dorato colpisce quindi il pennuto, il quale finisce tra le braccia di Nami. Billy viene così lasciato con quest'ultima, mentre Shiki e i suoi uomini se ne vanno.

Shiki scopre ben presto che Nami è fuggita con l'aiuto di Billy e parte al suo inseguimento. La ritrova assieme ad alcuni dei suoi vecchi compagni, che sono riusciti a ritrovarsi. Rufy, Zoro, Sanji, Chopper e Usop attaccano Shiki contemporaneamente ma non riescono a sconfiggerlo; il Leone dorato tiene loro testa senza troppo sforzo e riesce persino a sconfiggerli, intrappolandoli in una gigantesca colonna di terra grazie ai suoi poteri. Il pirata volante riesce quindi a convincere finalmente Nami a unirsi a lui, con la promessa di risparmiare la vita dei suoi compagni e il mare orientale. Prima di andare via Shiki consente comunque a Nami di registrare su un Tone Dial un messaggio di addio per i suoi ex compagni, dopodiché riporta la ragazza alla sua base.

Rufy vs Shiki

Shiki duella con Rufy.

Tornato alla base, Shiki, per dare ai propri alleati una dimostrazione della forza dei suoi animali mutanti, fa attaccare loro il villaggio di Merveille, facendoglielo radere al suolo. Nel frattempo Nami tenta di distruggere gli alberi di Daft Green intorno al palazzo di Shiki, senza i quali gli animali mutati, non più allontanati dall'odore emanato dalla pianta, avrebbero potuto attaccare anche quel posto; la ragazza viene però scoperta e bloccata a terra con delle lance, dopodiché viene lasciata a morire della malattia contratta dagli alberi.

Poco dopo, Shiki organizza una riunione insieme ai suoi alleati per brindare alla ormai prossima realizzazione del suo ventennale piano; improvvisamente, però, i Pirati di Cappello di paglia fanno irruzione nel palazzo di Shiki, iniziando a devastare tutto con le loro armi da fuoco. Una volta esauriti i proiettili, Rufy e gli altri si dividono per affrontare singolarmente nemici diversi.

Shiki sconfitto

Rufy sconfigge Shiki.

Il Leone dorato cerca di fuggire, ma Rufy si mette a inseguirlo. Shiki durante la sua fuga si imbatte in Chopper e Usop che stanno cercando la pianta di IQ, l'unica in grado di curare Nami. Prima che possa bloccarli sopraggiunge Rufy in Gear Second, pronto a combattere con Shiki. Lo scontro vede vincere ancora una volta Shiki, che intrappola Rufy in mezzo all'acqua. Subito dopo Shiki riceve una chiamata dai suoi uomini che lo informano dell'arrivo di una tempesta, così il pirata guida l'arcipelago in una posizione più sicura. In realtà si tratta di un trucco di Usop e Chopper, che secondo le indicazioni di Nami hanno spinto Shiki a muoversi proprio verso la tempesta. Shiki infuriato si dirige al palazzo, ma viene raggiunto nuovamente da Rufy, che ha recuperato le energie.

Rufy usa il Gear Third e spinge il suo piede fino alle nuvole. All'inizio Shiki crede che i fulmini lo uccideranno, non pensando che il corpo di gomma del ragazzo lo rende immune all'elettricità. Quando si rende conto del suo errore Rufy lo colpisce con il piede elettrizzato, schiacciandolo e fulminandolo. L'intera isola finisce a pezzi per la potenza del colpo e Shiki precipita in mare privo di sensi, seguito da Indigo e Scarlett. I marine, giunti sul posto, lo scorgono e si dirigono verso di lui per arrestarlo, ma non è chiaro se ci riescano o meno.

Prototipi per One Piece Modifica

Concept art Shiki

Bozze per il personaggio di Shiki.

Nei primi schizzi di Oda, Shiki era inizialmente calvo e aveva caratteristiche facciali maggiormente leonine. In una bozza successiva Oda partorì l'idea di inserirgli il timone in testa, anche se in questi disegni l'oggetto si trovava in posizione differente rispetto al risultato finale.

In un'intervista precedente all'uscita del film, Oda ha rivelato che inizialmente questa caratterizzazione era pensata per Orso Bartholomew, ma ha deciso in seguito di utilizzarla per Shiki.[2]

Curiosità Modifica

  • Oda ha affermato che in realtà aveva in mente di inserire Shiki nella storia già all'incontro fra Shanks e Barbabianca, ma in seguito cambiò idea per evitare di confondere i lettori; il personaggio viene così solo citato da Sengoku. A quel tempo, poi, non immaginava che sarebbe diventato il personaggio di un film.[3]
  • Tutti i membri del suo equipaggio di cui si conosce il nome richiamano un colore. Nel caso di Shiki il colore sta nel soprannome, ovvero "Leone dorato".
  • Il leone è spesso considerato il re degli animali della foresta; allo stesso modo Shiki ha intenzione di usare un esercito di animali per portare a termine il suo piano.
  • Shiki condivide varie somiglianze con l'antagonista del dodicesimo film, Zephyr:
    • Entrambi sono antagonisti in film supervisionati da Oda e di cui le storie sono state elaborate da lui stesso.
    • Entrambi possiedono vistose protesi che utilizzano anche come armi. Shiki ha due spade al posto delle gambe, mentre Z ha un enorme braccio meccanico.
    • Entrambi i personaggi possiedono elementi tipici di una nave nel proprio corpo. Shiki ha un timone conficcato in testa, mentre Zephyr ha due corde dell'albero maestro nel petto per sostenere la sua protesi.
    • Entrambi sono personaggi risalenti all'era d'oro della pirateria.

Note

  1. One Piece Blue Deep: Characters World.
  2. STRONG WORLD Artbook - Oda parla della creazione del personaggio.
  3. SBS volume 55.

Navigazione Modifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.