FANDOM


Set era uno degli Shandia vissuti a Jaya circa quattrocento anni fa.

Aspetto Modifica

Set giovane

Set da ragazzo.

Alla sua prima apparizione, Set era un ragazzo giovane e di corporatura nella media con i capelli neri che gli arrivano fino al collo. Indossava un copricapo bianco con dei motivi marroni e un gonnellino fatto di piume marroni. Anni dopo diventò più alto e muscoloso e si fece crescere i capelli, raccogliendoli in una coda di cavallo. Aveva anche due bracciali dorati.

Carattere Modifica

Set si frappone

Set si frappone tra i membri dell'equipaggio di Noland, tenuti prigionieri, e i guerrieri Shandia.

Set desiderava diventare un guerriero valoroso. Quando si ammalò a causa della febbre del legno, rimase sconvolto all'idea di morire senza potere realizzare il suo sogno. Fu uno dei primi a dare fiducia a Noland, che pur essendo uno sconosciuto l'aveva guarito e si era guadagnato la sua riconoscenza. Mostrò la sua nobiltà d'animo e il suo senso dell'onore posizionandosi di fronte alla gabbia che rinchiudeva i compagni di Noland quando gli Shandia decisero di ucciderli prima del tempo stabilito, per poi rimproverare i guerrieri per l'azione che avevano intenzione di commettere. Rimaneva comunque fedele alle tradizioni del suo popolo, difatti si comportò con ostilità verso gli esploratori quando scoprì che avevano abbattuto gli alberi sacri dove secondo gli Shandia risiedevano i loro antenati.

Relazioni Modifica

Calgara Modifica

Set ammirava Calgara, sua principale fonte di ispirazione per diventare un grande guerriero. Calgara è rimasto senza parole quando ha scoperto che il ragazzo si era ammalato, e si preoccupò per lui anche dopo che questo aveva rivelato di essere guarito. Quando, quattro anni dopo la partenza di Noland, Set e il guerriero sono andati a suonare la campana d'oro, Calgara, che nel frattempo era diventato suo suocero, si è comportato amichevolmente con lui.

Noland e suo equipaggio Modifica

Quando Set incontrò per la prima volta Noland e i suoi uomini, pensò che fossero invasori e cercò di fuggire per avvertire il villaggio. Dopo essere guarito grazie a loro, comincia a intuire che siano persone di cui potersi fidare; probabilmente anche per questo difese l'equipaggio di Noland quando gli altri membri del villaggio decisero di offrirli subito in sacrificio. Quando poi il botanico portò la cura per debellare la malattia, salvando così anche tutti gli altri abitanti, Set si convinse definitivamente della bontà degli esploratori. Tornò ad essere loro ostile quando scoprì che avevano tagliato gli alberi sacri dove risiedevano i loro antenati. Quando Musse spiegò il motivo della loro azione, Set si commosse capendo quanto bene Noland e gli altri viaggiatori avevano fatto per loro e, assieme agli altri Shandia, cercò di evitare che partissero. Dopo che ciò accadde, Set desiderò impazientemente di rivedere Noland, chiedendosi quando sarebbe tornato ogni volta che andava a suonare la campana d'oro.

Nola Modifica

Set aveva stretto amicizia con Nola, il serpente che hanno trovato Calgara e Noland. Set si aspettava di vederlo ogni volta che andava alle rovine di Shandora, conoscendo quanto all'animale piacesse il suono della campana d'oro, e sembrava abituato anche a dargli da mangiare.

Musse Modifica

Tempo dopo la partenza dall'isola di Noland, Set e Musse si sposarono.

Forza e abilità Modifica

Set era uno Shandia e, dato che sin da piccolo desiderava diventare un guerriero come Calgara allenandosi duramente per riuscirci, era probabilmente forte. Dopo che parte dell'isola di Jaya è stata catapultata in cielo, Set è stato in grado di combattere contro gli invasori celesti nonostante il colpo accusato e la scarsità di ossigeno nell'atmosfera, denotando così una notevole resistenza fisica.

Armi Modifica

Combatteva utilizzando una lancia.

Storia Modifica

Passato Modifica

Set si colpisce

Set cerca di togliersi la macchia sul braccio dovuta alla febbre del legno.

Set era tra i presenti a Pantri pochi istanti prima della morte di quest'ultimo. Ascoltò il sacerdote affermare che per fermare la maledizione che affliggeva il villaggio sarebbe stato necessario sacrificare Musse. Uno Shandia chiese subito dopo a Set cosa fosse il marchio presente sul suo braccio. Guardandolo, si rese conto di essere stato colpito anche lui dalla maledizione e fuggì nella foresta. Lì prese una pietra e cominciò a strofinarsela con forza sulla macchia per tentare di toglierla. Quando poco dopo sul posto sopraggiunse Calgara, Set gli rivelò la sua ammirazione per lui e la disperazione che provava nel dovere morire in quel modo, senza potere diventare un grande guerriero. Dopodiché fuggì verso la costa dell'isola.

Successivamente, Set venne trovato accasciato a terra da Montblanc Noland e il suo equipaggio, sbarcati da poco sull'isola e appena entrati nella foresta. Pensando che fossero invasori, il ragazzo cercò di scappare per avvertire il villaggio, ma venne bloccato dagli uomini di Noland. Il dottore della nave osservandolo capì che era malato e, su richiesta del suo capitano, gli somministrò il vaccino della malattia. In seguito lo Shandia tornò al villaggio e guarì.

Più tardi, dopo l'uccisione di Kashi da parte di Noland, Set si trovava fuori dall'edificio dove il capo-villaggio e alcuni guerrieri stavano discutendo in merito a questo evento. Quando Calgara si congedò dalla riunione, uscendo nota Set e gli chiede se fosse sicuro di sentirsi meglio. Il ragazzo rispose affermativamente e gli chiese quale fosse significato della parola "progresso".

Il giorno successivo all'arrivo di Noland su Jaya, si scatenò un terremoto. Gli abitanti del villaggio, credendo fosse stato causato dagli dei, ne attribuirono la colpa all'equipaggio di Noland e manifestarono l'intenzione di eseguire subito il loro sacrificio, violando i patti stabiliti. Tuttavia, quando i guerrieri Shandia si apprestarono a fare ciò, Set si frappose tra loro e la gabbia dove tenevano rinchiusi i prigionieri e li rimproverò per l'azione disonorevole che avevano intenzione di commettere. Dopo che Noland ebbe portato la sostanza con cui creare il vaccino per la malattia, e che tutti gli abitanti furono curati, Set entrò definitivamente in buoni rapporti con il botanico e il suo equipaggio, come tutti gli abitanti dell'isola.

Un mese dopo, quando gli abitanti di Jaya scoprirono che Noland e i suoi uomini avevano abbattuto gli alberi sacri dove risiedevano i loro antenati, Set e gli altri Shandia tornarono ad essere loro ostili, ma il capo-villaggio disse loro di non fare parola agli ospiti di questo. Quando quello stesso giorno gli esploratori tornarono al villaggio, i nativi rientrarono nelle loro case per non incontrarli. Stupiti da questo comportamento, Noland chiese dove fosse Calgara, ma Set gli rispose che non voleva vederlo perché era solo uno straniero e gli chiese con disprezzo quando se ne sarebbero andati.

Tre giorni dopo, mentre l'equipaggio di Noland si preparava a partire, Musse rivelò agli altri Shandia il motivo del gesto di questi. Resosi conto che Noland e i suoi compagni avevano sempre agito per il loro bene, gli abitanti andarono nella città di Shandora, dove alcuni uomini, tra cui Set, suonarono la campana d'oro per attirare la loro attenzione, mentre Calgara correva dall'amico per fermarli.

Qualche tempo dopo, Set sposò Musse e decise di dare un nome al serpente che era sempre stato assieme a Calgara e a Noland, chiamandolo Nola in onore di quest'ultimo.[2]

Calgara e Sato cielo

Set e gli altri Shandia si apprestano a combattere gli invasori.

Quattro anni dopo, andò con Calgara a suonare la grande campana d'oro. Mentre quest'ultimo suonava la campana, Set donò una mela a Nola. All'improvviso si scatenò un terremoto, e i due tornarono di corsa al villaggio. Una potentissima Knock Up Stream spedì la metà dell'isola contenente Shandora e il loro villaggio nel cielo, portandola nel mare bianchissimo. Mentre gli Shandia si riprendevano e soccorrevano i loro feriti, furono attaccati dai guerrieri sacri del dio di Skypiea che voleva conquistare la loro terra per farne la propria dimora personale; così Set e gli altri guerrieri cominciarono a combattere per proteggere il proprio villaggio.

In un periodo imprecisato divenne padre.[3]

Differenze tra manga e anime Modifica

Passato Modifica

Nell'anime, Set non è tra gli uomini presenti alla morte di Pantri e viene mostrato per la prima volta quando è già nella foresta. In tale occasione, quando tenta di cancellare la macchia sul suo braccio, non usa la pietra per sfregarla contro la chiazza, ma per colpirla.

Si trova a Shandora quando Calgara mostra la città a Noland e ai suoi uomini per la prima volta. Lì viene incaricato dal guerriero di mostrare all'equipaggio dell'esploratore dove si trova il tesoro.

Nell'anime, inoltre, non viene rivelato il suo matrimonio con Musse.

Curiosità Modifica

  • Secondo la mitologia egizia, Seth era la divinità che proteggeva la barca del sole dal serpente Apopi.
  • Nella Bibbia, Set è il terzo figlio di Adamo ed Eva, considerato il "padre dell'umanità" in quanto fu l'unico in grado di portare avanti il genere umano. Similmente, lo Shandia fu colui che poté far continuare la stirpe di Calgara, avendo sposato Musse, la sua unica figlia.

Note

  1. One Piece Blue Deep: Characters World.
  2. SBS del volume 35.
  3. Musse è figlia di Calgara e Wiper è un suo discendente.

Navigazione Modifica