FANDOM


Carattere Modifica

Zoro mantiene solitamente un atteggiamento serio. È estremamente intimidatorio e spaventa facilmente gli avversari deboli semplicemente guardandoli. In passato ha ucciso alcune persone e coloro che lo hanno visto in azione sostengono che sia un assassino nato, capace di farsi prendere da una furia omicida. Nonostante questo, rimane una persona di buon cuore. Quando combatte con persone deboli o innocenti, preferisce usare la parte non affilata delle spade per non ferirli gravemente. Quando affronta un avversario temibile, ha l'abitudine di sorridere.

Si dimostra disposto ad usare misure drastiche: quando lui ed Usop sono stati ammanettati insieme, la prima soluzione suggerita da Zoro era quella che uno di loro si sarebbe dovuto tagliare una mano. Ha effettivamente cercato di tagliarsi i piedi per fuggire dalla struttura di cera di Mr. Three quando venne intrappolato insieme a Bibi e Nami. È anche uno dei primi della ciurma a suggerire di uccidere qualcuno o minacciarlo di morte.

Si rifiuta di attaccare alle spalle, a meno che i suoi compagni siano in pericolo di vita, e considera una cicatrice sulla schiena un grande disonore per uno spadaccino. Rispetta le decisioni del suo capitano e non esita a sottolineare la gravità delle situazioni che i suoi compagni trascurano, in particolare quando volevano fare rientrare Usop nella ciurma dopo che il cecchino ha sfidato Rufy a duello per la Going Merry ed ha perso.

Zoro va fiero della sua reputazione come spadaccino e "cacciatore di pirati". A dispetto del suo orgoglio, non esita a inginocchiarsi a terra umilmente, come quando chiede a Orso Bartholomew di prendere la sua vita al posto di quella di Rufy e quando si inchina davanti a Mihawk implorandolo di allenarlo. Sa infatti riconoscere la sua inferiorità quando incontra un avversario superiore a lui.

Ha una forte fede nel destino, in modo simile ai Pirati di Barbanera. Un esempio lampante avviene quando si interessa ad una spada maledetta e lascia che sia la sorte a decidere chi avrebbe vinto: la sua fortuna o la maledizione della spada. Lancia quindi in aria la spada e stende il suo braccio sinistro nella direzione in cui sarebbe caduta per vedere se glielo avrebbe tagliato, pienamente consapevole del rischio. Dopo i due anni di allenamento, dice ai pirati della nave che ha appena distrutto di incolpare la sorte per averlo fatto finire sulla loro imbarcazione. Nonostante la sua fede nel destino, a Skypiea commenta che non crede nell'esistenza di nessuna divinità.

Nonostante sia indifferente al sesso o all'età dei suoi avversari, alcuni di essi, come Tashigi e Mone, credono che non prenda sul serio le donne. Questo perché Tashigi assomiglia moltissimo alla sua amica Kuina e Mone era semplicemente distratta. Quando quest'ultima constata tale convinzione, Zoro la taglia senza scrupoli, astenendosi però dall'ucciderla in quanto troppo debole per poterla considerare un vero rivale e non adoperando l'Ambizione dell'armatura nel colpo.

Di solito, durante i viaggi, trascorre il tempo allenandosi oppure dormendo, ma ama anche la pesca. Tiene molto alle sue spade e spesso le tiene accanto a sé durante il sonno; quando la sua Yubashiri è stata distrutta, è rimasto desolato. Ogni volta che è in fase di guarigione dopo un combattimento cerca di togliersi le bende, sostenendo che gli rendono difficili i movimenti dei suoi allenamenti. Ama bere alcol ed ha, come Nami, un'elevatissima tolleranza agli alcolici.

Relazioni Modifica

Ciurma Modifica

Zoro è sempre pronto a proteggere e a salvare i suoi compagni ogni volta che sono in pericolo, anche a rischio della sua stessa vita. A Skypiea quando si accorge che la Going Merry viene trascinata via, dice a tutti di lasciare la nave e che l'avrebbe protetta da solo. È stato disposto a consegnare la propria vita a Orso pur di risparmare quella di Rufy ed ha tramortito Sanji quando ha cercato a sua volta di intervenire.

Sanji Modifica

Zoro e Sanji

La rivalità tra Sanji e Zoro.

Zoro è sempre in contrasto con Sanji per qualsiasi questione, anche nei momenti meno opportuni. Lo spadaccino ha l'abitudine di insultarlo quando corteggia Nami e Robin e non è nemmeno disposto ad ammettere la sua abilità culinaria, limitandosi ad affermare che il cibo che prepara è decente. A Little Garden i due hanno dato ufficialmente inizio alla loro eterna rivalità con una sfida di caccia in cui avrebbe vinto colui che avrebbe ucciso l'animale più grosso. Tuttavia, quando la coppia lotta contro un nemico comune, formano quasi sempre una squadra inarrestabile. Nonostante le loro vicissitudini hanno una grandissima fiducia l'uno dell'altro che non sono però mai disposti ad ammettere. I due infatti si capiscono meglio di altri compagni di squadra. Un altro aspetto interessante è il fatto che nel manga i due non si siano mai chiamati per nome.

Monkey D. Rufy Modifica

Zoro si fida ciecamente di Rufy e segue sempre le sue decisioni qualunque siano le conseguenze, riconoscendo il suo ruolo di capitano. Nonostante al loro primo incontro Zoro chiarisce che avrebbe fatto a fette il suo capitano nel caso dovesse intralciare il suo sogno, durante la saga di Thriller Bark afferma il contrario, ovvero che non può realizzare il suo sogno se non aiuta il suo capitano a compiere il suo. Dopo l'arrivo di Orso infatti, era disposto a buttare via i suoi sogni e le sue ambizioni per il capitano senza la minima esitazione.

Quando Rufy era in lacrime dopo avere sconfitto Usop, Zoro gli ricordò che le decisioni difficili fanno parte dei compiti di un capitano e che non deve lasciarsi sopraffare dalle emozioni. Quando Rufy era disposto ad accogliere nuovamente Usop nella ciurma, Zoro criticò duramente il suo comportamento affermando che un membro dell'equipaggio che ha combattuto contro il proprio capitano non poteva essere perdonato così facilmente. Ha poi spiegato agli altri che il capitano deve essere rispettato in maniera incondizionata e ha affermato che se Usop dovesse ritornare nell'equipaggio senza avere chiesto prima scusa, allora sarebbe stato lui a lasciare la ciurma, in quanto avrebbe perso il rispetto per il proprio capitano. Per Rufy inoltre Zoro è disposto a mettere persino da parte il suo orgoglio da spadaccino, come quando ha pregato Drakul Mihawk di allenarlo in modo da riuscire a proteggere i propri compagni. Zoro è inoltre l'unico assieme a Sanji che non si preoccupa per Rufy quando quest'ultimo sta affrontando nemici pericolosi, ricordando agli altri membri di avere più fiducia nel loro capitano.

Amici Modifica

Koshiro Modifica

Koshiro era il maestro di Zoro e per questo il loro legame è molto forte, anche se da quando il giovane è partito, i due non si sono più incontrati. Koshiro è orgoglioso di Zoro e non gli importa se è diventato un pirata, purché continui ad inseguire il suo sogno di diventare il più forte spadaccino del mondo. La fiducia nel suo allievo è così grande che gli ha consegnato la Wado Ichimonji che apparteneva alla figlia deceduta.

Kuina Modifica

Kuina era la rivale d'infanzia di Zoro. I due si fecero una promessa: un giorno uno dei due sarebbe diventato il migliore spadaccino del mondo. Il giorno dopo il patto, però, la ragazza morì in seguito ad una caduta dalle scale di casa, perciò Zoro si prese l'impegno di onorare personalmente la promessa.

Johnny e Yosaku Modifica

Zoro è amico dei cacciatori di taglie Johnny e Yosaku. Li ha conosciuti prima di incontrare Rufy e per un po' di tempo hanno viaggiato insieme.

Kobi Modifica

Zoro ha incontrato Kobi mentre era imprigionato nella base di Sheltz Town. Quest'ultimo inizialmente aveva paura di lui per la sua cattiva reputazione. Tuttavia dopo averlo conosciuto meglio ha cominciato ad ammirarlo. Entrambi sono stati felici di incontrarsi a Water Seven.

Nefertari Bibi Modifica

Ha un buon rapporto con Bibi, tuttavia era il meno triste dei suoi compagni quando si sono separati da lei.

Nemici Modifica

Marina Modifica

In quanto pirata, Zoro è nemico della Marina. Ha una relazione particolare con Tashigi, infatti la ragazza assomiglia a Kuina ed ha anche le stesse convinzioni, per cui Zoro si infastidisce ogni volta che la vede. Tashigi vuole impossessarsi delle spade di quest'ultimo perché non sopporta che quelle che considera opere d'arte siano in mano ad un pirata.

Das Bornes Modifica

Mr. One ha affrontato Zoro ad Alubarna e grazie al frutto del diavolo Lama Lama ha saputo resistere a tutti i colpi di Zoro. Per potere vincere il duello, Zoro ha dovuto imparare a "sentire il respiro di tutte le cose", e grazie a ciò è riuscito a tagliare il corpo d'acciaio dell'avversario. Per questo Zoro ha addirittura ringraziato il nemico per avere incrociato la sua strada, sostenendo che grazie a quello scontro è diventato più forte.

Orso Bartholomew Modifica

Zoro contro Orso

Zoro affronta Orso.

Zoro rispetta molto Orso Bartholomew. Al loro primo incontro Zoro comprende subito di non avere possibilità di vittoria e per questo gli chiede di risparmiare la vita di Rufy offrendo in cambio la propria. Orso ha ammirato il coraggio di Zoro e ha accettato la proposta.

In seguito, sull'arcipelago Sabaody, i due si incontrano di nuovo e Orso salva lui e il resto della ciurma dall'ammiraglio Kizaru; nei due anni successivi, inoltre, protegge la Thousand Sunny. Per questo Zoro si sente profondamente in debito con lui.

Super novellini Modifica

Alle Sabaody, Jewelry Bonney impedisce a Zoro di uccidere il nobile mondiale Charloss, evitando che un ammiraglio della Marina giunga sull'arcipelago. Di fronte all'incoscienza di Zoro, Bonney lo definisce un pazzo. Capone Bege condivide questa opinione.

Urouge ammira Zoro per non essersi inginocchiato di fronte al nobile mondiale e addirittura avere tentato di ucciderlo. Scratchmen Apoo sostiene di avere sentito in quell'occasione una furia omicida provenire da Zoro.

Law, in quanto alleato dei Pirati di Cappello di paglia, è in buoni rapporti con Zoro. Bartolomeo, invece, è un suo grandissimo fan.

Rivali Modifica

Zoro ha incontrato durante il suo viaggio numerosi rivali spadaccini. Di solito dopo avere sconfitto il suo avversario quest'ultimo ammette la sua sconfitta e Zoro e il suo avversario instaurano una sorta di amicizia: Das Bornes e Kaku hanno entrambi sorriso dopo avere perso contro Zoro, Ryuma gli ha donato la sua spada e Hacchan in seguito è diventato un alleato.

Drakul Mihawk Modifica

Zoro contro Mihawk

Zoro al primo incontro con Mihawk.

Zoro desidera sconfiggere Drakul Mihawk per diventare il migliore spadaccino del mondo. Quest'ultimo lo sconfigge senza sforzo al Baratie, ma gli risparmia la vita perché rimane colpito dalla sua determinazione e perciò desidera che diventi più forte e affrontarlo di nuovo.

Dopo la guerra per la supremazia‎, i due si incontrano di nuovo e Zoro prega Mihawk di allenarlo. Mihawk si rende conto che il desiderio di Zoro è principalmente quello di proteggere la ciurma, mettendo da parte il suo sogno di diventare il migliore spadaccino al mondo, così esaudisce la sua richiesta.

Ryuma Modifica

Dopo la sua sconfitta per mano di Zoro, Ryuma gli dona la sua spada, convinto che essa sarà onorata di servire un padrone come lui. Mentre il corpo dell'avversario brucia, Zoro ammette che avrebbe voluto conoscere Ryuma quando era ancora in vita e per proteggere l'onore dello sconfitto farà finta che il duello con il samurai di Wa non sia mai accaduto.

Kin'emon Modifica

Dopo avere conosciuto Kin'emon a Punk Hazard, Zoro ha avuto modo di assistere alla tecnica del fuoco fatuo che permette di tagliare con il fuoco. Da quel momento Zoro sostiene di essere interessato ad imparare quell'arte.

Note

  1. SBS volume 15.
  2. SBS volume 10.
  3. SBS volume 10.
  4. One Piece Blue Deep: Characters World.
  5. SBS volume 66.

Navigazione Modifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.