FANDOM


Articolo scelto Gente! Questo è un articolo fatto come si deve!

"Pirati del Sole" è un articolo completo ed esauriente!

I Pirati del Sole sono una ciurma di uomini-pesce fondata da Fisher Tiger, poi capitanata da Jinbe e attualmente da Aladin.

Jolly Roger Modifica

Il Jolly Roger della ciurma rappresenta un sole, scelta da cui deriva il nome. Il motivo per cui Fisher Tiger scelse quel simbolo fu che il marchio dei nobili mondiali era facilmente modificabile in un sole. Perciò il capitano lo tatuò su tutti i membri dell'equipaggio, sia quelli che erano stati schiavi, sia coloro che non lo erano mai stati, per cancellare quella vergogna e rendere tutti uguali fra loro.

Forza Modifica

Poiché la ciurma è composta interamente da uomini-pesce, la forza sovrumana di cui dispongono tali membri rende l'equipaggio molto temibile. Il loro capitano, Fisher Tiger, veniva considerato l'eroe dell'isola degli uomini-pesce e il fatto che avesse come sottoposti Arlong e Jinbe, due individui molto forti anche per la media degli altri uomini-pesce, dimostra quanto fosse pericoloso l'equipaggio. Infatti lo stesso Strawberry ha affermato che, nonostante non sapessero ancora della presenza di Jinbe, erano presenti dei terribili individui a bordo.[1] La loro forza è tale da riuscire per lungo tempo a sconfiggere con relativa facilità qualsiasi nave della Marina fosse stata inviata contro di loro e a navigare senza alcun problema lungo la Rotta Maggiore.[2]

Dopo la morte di Tiger e l'arresto di Arlong, i Pirati del Sole videro molto ridimensionata la loro forza. Con l'ingresso di Jinbe nella Flotta dei sette, Arlong fu rilasciato, ma non appena tornò in libertà decise di andarsene con la propria vecchia ciurma, abbandonando definitivamente l'equipaggio. Anche Macro fece lo stesso, indebolendo così ulteriormente la forza dei Pirati del Sole.

Dieci anni dopo, Praline entra a fare parte della ciurma, la quale può così contare sull'abilità di quest'ultima di parlare con i pesci. Due anni dopo, anche Wadatsumi si unisce all'equipaggio, mettendo così a disposizione di quest'ultimo l'immensa forza dovuta alla sue dimensioni.

Quando i Pirati di Cappello di paglia giungono a Tottoland, Jinbe chiede ed ottiene il permesso di abbandonare la ciurma, la quale perde così il suo elemento più forte.

Relazioni Modifica

Alleati Modifica

Dopo la guerra per la supremazia, la ciurma entra a fare parte della flotta di Big Mom in cambio della sua protezione sull'isola degli uomini-pesce. Per suggellare l'accordo, Big Mom fa sposare sua figlia Praline ad Aladin. Tuttavia, a causa del desiderio di Jinbe di unirsi ai Pirati di Cappello di paglia, i Pirati del Sole finiscono per tradire l'imperatrice.

Membri Modifica

Pirati del Sole

In passato

Storia Modifica

Passato Modifica

Pirati del sole

I Pirati del Sole alla loro fondazione.

Tredici anni prima dell'inizio della narrazione, Fisher Tiger fondò la ciurma con molti degli uomini-pesce che erano stati liberati da lui a Marijoa. Molti decisero di unirsi all'equipaggio, tra cui Jinbe, che abbandonò l'Armata di Nettuno, i Pirati di Arlong e la ciurma di Macro.

Poiché il marchio dei draghi celesti non poteva essere tolto, Tiger decise di sovrapporre ai tatuaggi degli ex schiavi il proprio Jolly Roger, un sole. Quando anche alcuni uomini-pesce che non erano stati ridotti in schiavitù si unirono a loro, Tiger scelse di tatuare anche su di loro quello stesso simbolo, per impedire che ci fosse una distinzione tra chi di loro era stato uno schiavo o meno. Nonostante durante le scorribande Tiger fosse spietato con gli umani, vietò sempre ai suoi compagni di ucciderli, per evitare di scendere al loro stesso livello. Tutti accettarono quella decisione, anche se Arlong non era d'accordo.

L'equipaggio affrontò e sconfisse i marine e altre ciurme lungo la Rotta Maggiore numerosissime volte. Durante uno scontro, depredarono di denaro, gioielli e provviste la nave di Kadal, prima di affondarla.

Tiger marchia Koala

Tiger marchia Koala con il proprio Jolly Roger.

Tre anni dopo, Tiger e Jinbe ricevettero una taglia sulla propria testa e ciò li rese famosi in tutto il mondo. Un giorno raggiunsero un'isola dove gli venne richiesto di condurre una bambina, Koala, fino alla sua isola natale. Vedendo che la ragazzina si comportava ancora come se fosse una schiava, obbedendo ciecamente e rifiutandosi di piangere, Tiger le impresse sulla schiena il suo marchio, per renderla finalmente libera.

Tiger riportò Koala a Full Shout, con grande gioia dei suoi genitori che temevano di averla persa per sempre. Tuttavia essi e i loro concittadini avvisarono la Marina della presenza di quella temuta ciurma in cambio del fatto che permettessero ad una schiava dei nobili mondiali di tornare in libertà. Tiger fu ferito gravemente dall'imboscata dei marine capeggiati da Strawberry e la ciurma fu costretta ad abbandonare la nave, riuscendo a rubarne una della Marina e, una volta in salvo, cercò di curare il capitano. Si rese necessaria una trasfusione di sangue e l'unico disponibile era quello umano contenuto nell'infermeria della nave. Tiger si rifiutò di salvarsi la vita per mezzo del sangue umano e preferì morire. In punto di morte chiese che la verità sull'accaduto non fosse rivelata.

Arlong tentò di vendicare la morte di Fisher Tiger, ma venne sconfitto da Borsalino, interrogato e poi incarcerato ad Impel Down. Il comando dell'equipaggio passò a Jinbe e quando la sua fama e la sua taglia aumentarono, gli fu proposto di entrare nella Flotta dei sette. Egli accettò per permettere a tutti coloro che lo avessero desiderato di tornare sull'isola degli uomini-pesce. Inoltre entrare in quell'organizzazione avrebbe avvicinato le razze marine a quella umana.

Nonostante fosse stato proprio l'ingresso di Jinbe nella Flotta dei sette a fargli ottenere la scarcerazione, Arlong non gli perdonò il fatto di essere passato dalla parte della razza che odiava. Per questo motivo si separò dai Pirati del Sole assieme alla sua vecchia ciurma. Anche Macro fece altrettanto.

In seguito la ciurma tornò in possesso della propria nave.

Salto temporale Modifica

Quando Jinbe abbandona la Flotta dei sette durante la guerra per la supremazia, a lui e ai suoi compagni viene revocato il perdono del Governo Mondiale e per questo tornano ad essere ricercati. Di conseguenza l'isola degli uomini-pesce non può più ospitarli per non infrangere la legge, così i Pirati del Sole devono andarsene.

Per proteggere l'isola dopo la morte di Barbabianca, diventano dei sottoposti di Big Mom tramite il matrimonio tra Aladin e Charlotte Praline, la quale entra a fare parte della ciurma.[3]

Saga dell'isola degli uomini-pesce Modifica

Jinbe rivela di avere intenzione di tagliare i ponti con l'imperatrice dal momento che Rufy lo ha invitato a fare parte dei Pirati di Cappello di paglia e ha dichiarato guerra alla stessa Big Mom. Ciò che lo trattiene è il timore che la donna possa attaccare l'isola per vendetta.

Jinbe aiuta la ciurma di Rufy a sconfiggere i Nuovi pirati uomini-pesce.

Il viaggio solitario di Jinbe il cavaliere del mare Modifica

Jinbe intraprende un viaggio durante il quale incontra un gatto di mare che si è smarrito e si rivolge ad un cane marino poliziotto che abita nel suo stesso paese per aiutarlo, tuttavia una volta arrivati scoprono che il paese stesso è scomparso.

Continuando il viaggio incappa in una nave capovolta e dopo avere salvato il suo equipaggio apprende tramite un giornale dell'alleanza tra Rufy e Law e che alcune bestie marine giganti hanno iniziato ad attaccare una città portuale. Così Jinbe insieme al gatto di mare si reca in quella città, dove i due trovano tra le sue rovine la casa del gatto di mare, scoprendo tramite gli abitanti del posto che è precipitata sulla città insieme ad altre rovine.

Chiedendo spiegazioni, Jinbe scopre che oltre alle rovine e ai mostri marini sono sparite anche le offerte sull'altare e quando va a controllare delle rovine precipitano dal cielo davanti a lui. Per questo inizia ad inseguire un'ombra sospetta fin negli abissi scoprendo che si tratta di Wadatsumi, il quale ha preso le offerte e per ringraziare gli abitanti ha lanciato loro contro le case sottomarine. Jinbe lo rimprovera per ciò che ha fatto e subito dopo viene a sapere dai mostri marini che si sono scatenati sulle navi pirata perché le loro case erano sparite e le avevano trovate sulla terraferma.

Chiarito il malinteso il gatto di mare si riunisce a suo padre e i mostri marini si stabiliscono in alcuni resti trovati in fondo al mare decidendo di fare da peschereccio ai cittadini che hanno danneggiato. Intanto gli abitanti dell'isola trovano un Poignee Griffe tra le rovine lanciate da Wadatsumi. Quella sera viene organizzata una festa, al termine della quale quest'ultimo chiede a Jinbe di poterlo accompagnare. Il capitano dei Pirati del Sole accetta e lo porta con sé assieme al Poignee Griffe trovato.

Saga di Whole Cake Island Modifica

Jinbe abbandona ciurma

Jinbe comunica la sua intenzione di abbandonare i Pirati del Sole.

Aladin, immerso sott'acqua, vede la Thousand Sunny e lo comunica a Jinbe. Quest'ultimo nel frattempo raggiunge Whole Cake Island e comunica a Big Mom che intende abbandonare la sua flotta; la donna accetta ma a condizione che l'uomo-pesce perda una parte del proprio corpo. Jinbe, tuttavia, si tira indietro rinunciando temporaneamente al suo desiderio.

Due giorni dopo, Jinbe raggiunge le prigioni del castello e libera Rufy e Nami dopo avere sconfitto Opera. Subito dopo collabora con i Pirati di Cappello di paglia ed i loro alleati per trovare gli altri compagni disseminati sull'isola spostandosi tramite il mondo dello specchio di Charlotte Brulee e fa da mediatore per l'alleanza tra loro ed i Pirati Firetank.

Pekoms Pirati del Sole

I Pirati del Sole e Praline si prendono cura di Pekoms.

Nel frattempo Aladin e gli altri, dopo essersi presi cura di Pekoms, ferito gravemente da Bege, decidono di abbandonare l'isola durante il banchetto che precede il matrimonio. Durante la confusione generatasi durante la cerimonia, Jinbe comunica in via ufficiale a Big Mom che abbandona la sua flotta.

In seguito la ciurma osserva Praline usare il suo canto per distrarre le lumache di mare territoriali, impedendo loro di emettere segnali e attirandole al di fuori delle acque di Tottoland.

Oven attacca i Pirati del Sole

Oven fa bollire il mare in cui si trova la ciurma.

Nei pressi di Cacao, la ciurma aiuta l'equipaggio della Thousand Sunny, distruggendo alcune navi che le sbarrano la strada. Aprono così un varco per permettere alla nave di passarvi attraverso. A quel punto, però, Charlotte Oven usa i suoi poteri per fare bollire il mare. Wadatsumi, a seguito della decisione comune del suo equipaggio, sostituisce la nave della ciurma con la Sunny, portando quest'ultima dentro la sua bocca, facendo sì che l'altra venga colpita ed affondata da una cannonata. Oven però lo colpisce nuovamente, costringendo l'uomo-pesce ad aprire la bocca. Wadatsumi si scusa con i Pirati di Cappello di paglia per quanto fatto sull'isola degli uomini-pesce e ringrazia Jinbe per averlo redento. Quest'ultimo e l'intera ciurma attaccano poi la flotta di Big Mom, per permettere alla Sunny di fuggire. Poco dopo vedono arrivare Big Mom.

Navi Modifica

Nave Modifica

La nave dei Pirati del Sole aveva tutta la parte anteriore somigliante alla testa di un pesce, in modo simile alla Moby Dick. Il timone, invece, assomigliava alla pinna caudale. Anche la cabina in mezzo al ponte e quella sulla parte posteriore avevano le sembianze di alcuni pesci. La nave possedeva una fila di cannoni su entrambe le fiancate e cinque vele, di cui due raffiguranti il Jolly Roger della ciurma. Essa viene affondata dopo essere stata colpita dalla Queen Mama Chanter nei pressi di Cacao.

Nave temporanea Modifica

Sole seconda nave

La seconda nave della ciurma.

Dopo che la loro nave è stata attaccata a Full Shout, la ciurma ruba una nave della Marina che in seguito modifica. Questa nave ha tre alberi e quattro vele, con il Jolly Roger su due di esse e la parola TAIYO, cioè sole, scritta su un'altra. In seguito la ciurma riesce a tornare in possesso della nave precedente.[4]

Differenze tra manga e anime Modifica

Saga di Whole Cake Island Modifica

Nell'anime viene mostrato che Aladin ed altri membri dei Pirati del Sole salvano Pekoms dagli squali ricorrendo a un corallo sparabolle.

Curiosità Modifica

  • Il Jolly Roger della ciurma è uno dei pochi a non rappresentare un teschio o un volto/animale stilizzato.
  • La schiavitù era molto diffusa anche nel mondo reale, durante l'epoca d'oro della pirateria. Quando i pirati assaltavano le navi che trasportavano schiavi, offrivano ai prigionieri l'opportunità di unirsi a loro. Poiché la vita da pirata era meglio di quella da schiavo molti accettavano l'offerta. Questo fatto potrebbe avere ispirato Oda nella creazione dei pirati del Sole.

Note

  1. Vol. 63capitolo 622 ed episodio 541.
  2. Vol. 63capitolo 621 ed episodio 541.
  3. Volume 87, Praline viene elencata tra i membri della ciurma.
  4. Vol. TBAcapitolo 901, Wadatsumi afferma che la nave usata dalla ciurma in quel momento era quella costruita da Fisher Tiger.

Navigazione Modifica