FANDOM


Orlumbus è il grand'ammiraglio della Grande flotta Yonta Maria e il comandante della settima divisione della Grande flotta di Cappello di paglia. In passato è stato un avventuriero al servizio del regno di Standing.

Aspetto Modifica

Orlumbus è un uomo enorme che assomiglia molto allo stereotipo del capitano pirata. Ha un profondo cipiglio e il mento molto spesso, la barba bionda e corta ed ha una cicatrice sotto l'occhio destro.

Indossa un capello rosso con un piccolo teschio sulla parte anteriore con una bandana tratteggiata di nero e arancio. Ha quattro trecce dorate che scendono dal cappello anche se non si sa se provengono dal cappello o sono i suoi capelli, come nel caso di Bagy. Indossa una cinghia blu con fibbia sul petto nudo sotto un lungo cappotto navale rosso bordato di giallo.

Nell'anime viene mostrato Orlumbus in versione giocattolo rappresentato come un orso bruno con la maglietta gialla ed un cappello rosso scuro.

Da bambino Orlumbus aveva i capelli più corti, indossava una maglietta bianca a maniche lunghe, pantaloni e scarpe nere.

Galleria Modifica

Carattere Modifica

Poco si sa sulla sua personalità, ma sembra essere molto di sicuro di sé dal momento che ha sconfitto il leone da combattimento al solo scopo di mostrare a tutti la sua forza. Ciononostante, a differenza della maggior parte di coloro che sono stati liberati dalla maledizione di Sugar, Orlumbus ha dimostrato di non essere avido non lasciandosi influenzare e diventando nemico dei Pirati di Don Quijote. Orlumbus tende sempre ad esagerare la grandezza delle sue imprese e dei suoi soprannomi.

Tiene molto alla pulizia, al punto da verificare di persona che la sua nave venga pulita.[2] Inoltre è molto sensibile, al punto da piangere quando ha scelto di abbandonare il regno che ha servito a lungo.[3]

Forza e abilità Modifica

Come grand'ammiraglio di un'intera flotta, ha autorità su un grandissimo numero di subordinati. La sua più grande caratteristica è il riuscire in qualche modo a fare obbedire al suo comando i suoi stessi avversari, semplicemente urlandogli contro.

La sua forza gli ha permesso di venire considerato come uno dei favoriti alla vittoria finale del blocco D. A dimostrazione di ciò, gli spettatori che hanno assistito a tale blocco consideravano impossibile l'idea che potesse venire sconfitto da Rebecca, cosa che infatti non è avvenuta.[4]

Capacità fisiche Modifica

Orlumbus è anche molto forte fisicamente, essendo riuscito a sollevare un grosso leone con una sola mano ed avendo con una singola stretta abbattuto alcuni uomini dei Pirati di Don Quijote. La forza fisica di Orlumbus è inoltre talmente elevata che quando ha scagliato Zoro contro la statua di pietra di Pica, lo spadaccino ha sentito l'attrito dell'aria contro il suo viso.

Possiede anche una grande resistenza, essendosi ripreso subito dopo avere ricevuto un pugno da Lao G, un esperto utilizzatore di arti marziali. Anche dopo avere ricevuto un'artigliata da un leone, ha subito solo una piccola ferita.

Armi Modifica

Utilizza una frusta, con la quale è stato abbastanza abile da sconfiggere facilmente il leone da combattimento del colosseo di Dressrosa.

Storia Modifica

Passato Modifica

Diventò grand'ammiraglio della Grande flotta Yonta Maria e un avventuriero al servizio del re di Standing.

Saga di Dressrosa Modifica

Hakuba sconfigge i gladiatori

Orlumbus e il resto dei partecipanti del blocco D vengono sconfitti da Cavallo Bianco.

Orlumbus raggiunge Dressrosa con la sua flotta e si iscrive al torneo del colosseo nel tentativo di vincere il frutto Foco Foco. Viene così piazzato nel blocco D.

Durante il combattimento nell'arena riesce a sconfiggere il leone da combattimento Agyo facilmente. La sua lotta viene interrotta da Cavendish, il quale si addormenta e cede il posto alla sua seconda personalità, Cavallo Bianco. Cavallo Bianco infatti inizia a colpire i combattenti del blocco D compreso Orlumbus, che cade a terra sconfitto.

Orlumbus viene poi trasformato in un giocattolo da Sugar e costretto a lavorare nel porto commerciale sotterraneo. Quando Sugar perde i sensi a causa di Usop, ritorna alla propria forma originale.

Dopo che Do Flamingo intrappola tutta Dressrosa nella sua "gabbia", Orlumbus raggiunge la superficie. Poi unisce le sue forze ad altri combattenti del colosseo per assaltare il palazzo reale e sconfiggere Do Flamingo.

Orlumbus aiuta Zoro

Orlumbus aiuta Zoro a sconfiggere Pica.

Mentre Sabo tiene occupata la Marina tutti i combattenti ne approfittano per sconfiggere i Pirati di Don Quijote che gli si parano davanti. Arrivato al secondo livello Orlumbus viene attaccato da Lao G che lo colpisce con un pugno; ripresosi dal colpo Orlumbus decide di allearsi con gli altri combattenti del colosseo per permettere a Rufy e a Cavendish di proseguire.

Successivamente, quando Zoro e Pica raggiungono il secondo livello, Orlumbus attacca i subalterni di Do Flamingo per dare l'opportunità a Zoro di continuare ad affrontare l'ufficiale. Tuttavia Pica si allontana trasformato in una statua di pietra per raggiungere il vecchio altopiano reale ed assassinare Riku Dold III, così Zoro chiede aiuto ad Orlumbus che usa la sua forza per scagliare lo spadaccino contro la statua di pietra; in questo modo il pirata riesce sconfiggere il nemico. Quando poi Do Flamingo inizia a restringere la "gabbia per uccelli" per uccidere tutti, Orlumbus insieme a Sai, Chinjao, Baby 5 ed Elizabello II cerca di mettere in salvo i combattenti del colosseo svenuti.

Orlumbus assieme agli altri gladiatori guariti dai poteri di Manshelly, attacca gli uomini di Do Flamingo che stanno presidiando il nuovo altopiano reale per poi tentare di bloccare la "gabbia per uccelli" sfruttando una delle barriere di Bartolomeo. A seguito della sconfitta di Do Flamingo ad opera di Rufy, la gabbia si dissolve.

Giuramento flotta

Orlumbus e altri sei comandanti fondano la Grande flotta di Cappello di paglia.

Tre giorni dopo, per sfuggire alla Marina ed all'ammiraglio Fujitora, Orlumbus conduce Rufy ed i suoi alleati sulla sua nave. Qui la Grande flotta Yonta Maria comandata da Orlumbus, nonostante il rifiuto di Rufy, diventa uno dei sette gruppi a fondare la Grande flotta di Cappello di paglia. Dopo di ciò, Orlumbus festeggia insieme agli altri la vittoria sui Pirati di Don Quijote; dopodiché prende un pezzo della Vivre Card di Rufy per aiutarlo qualora ce ne fosse bisogno e poi parte con la sua ciurma, ospitando sulla sua nave anche i membri dell'alleanza della palestra di arti marziali XXX.

La vita della Grande flotta di Cappello di paglia Modifica

Orlumbus dona una sua nave al gruppo di Ideo. In seguito torna nel regno di Standing, dove rassegna le dimissioni da avventuriero.

Il giorno successivo, si alza presto e a metà mattinata controlla il livello di pulizia della sua nave assieme a Columbus. Poi la flotta, con un'ulteriore nave rubata per sostituire quella donata a Ideo, si allontana da Standing, il cui esercito spara con i cannoni contro le navi di Orlumbus, il quale si congeda in lacrime. In seguito, l'ammiraglio stila una guida per comportarsi da pirati. Un'ora dopo, la flotta inizia il suo primo assalto presso un'isola. Rendendosi però conto che gli abitanti sono estremamente poveri, i pirati donano loro del cibo.

Curiosità Modifica

  • Orlumbus sotto certi aspetti ricorda molto il famoso esploratore Cristoforo Colombo:
    • Orlumbus è un gioco di parole tra "Columbus" e "oo/oh" che in giapponese significa "grande". D'altra parte "co/ko" in giapponese significa "piccolo".
    • La Yonta Maria di cui Orlumbus è il grand'ammiraglio è un gioco di parole sulla Santa Maria, una delle navi utilizzate da Colombo nel suo primo viaggio.
  • È mancino.[5]

Note

Navigazione Modifica