FANDOM


Marijoa è la capitale del Governo Mondiale, situata sulla sommità della Linea Rossa, a diecimila metri d'altezza. Essa è l'ingresso principale per il Nuovo Mondo, tuttavia per percorrere tale via è necessario il permesso del Governo Mondiale. Ogni quattro anni vi si tiene il Reverie per discutere dei problemi internazionali e delle loro possibili soluzioni.

Geografia Modifica

Due lunghe e larghe scalinate, con dieci statue ai lati ciascuna, conducono dai punti in cui si fermano le bondole fino alla sommità della Linea Rossa. Qui sono presenti dei "trasportatori", ovvero una sorta di marciapiedi mobili dotati di punti d'appoggio, mossi dagli schiavi presenti sotto di essi. In prossimità di essi sono stati piantanti numerosi alberi, che hanno costituito una foresta. Ci sono anche numerose abitazioni.

Spesso tale luogo è avvolto in una fitta nebbia bianca, anche se potrebbero essere nuvole vista l'altezza. L'ingresso è sorvegliato da guardie in armatura.

A causa della pressione atmosferica ridotta, le comuni bolle usate sull'isola degli uomini-pesce non sono efficaci in questo luogo.[1]

Secondo Do Flamingo esiste un "tesoro nazionale" nascosto da a Marijoa che solo questi ultimi conoscono e se la sua esistenza fosse rivelata al pubblico getterebbe il mondo nel caos. Grazie a questa conoscenza, Do Flamingo ha potuto ricattare i nobili mondiali spingendoli a fare tutto ciò che chiedeva loro, come ad esempio mobilitare il CP0.

Luoghi Modifica

Pangea Modifica

Castello Pangea

Il castello Pangea.

Il Pangea è un un maestoso castello dove si riuniscono i cinque astri di saggezza.

Ci sono pochi luoghi noti al suo interno: la stanza degli astri di saggezza, un giardino con fontana e laghetto, la terrazza dove banchettano i reali prima del Reverie, la sala del trono vuoto e la stanza dei fiori.

Stanza dei fiori

La stanza dei fiori.

Al suo interno c'è l'ufficio di Kong, con un acquario contenente quelli che sembrano essere Re del mare, una grande scrivania e un divano-letto per ospiti. Qui si trova anche il quartier generale del Governo Mondiale, nel quale il grand'ammiraglio incontra la Flotta dei sette.

Marijoa laghetto

Il laghetto.

C'è anche un punto di ritrovo, chiamato piazza della socializzazione. Nel sottosuolo si trova inoltre una cripta frigorifera in cui giace un enorme cappello di paglia.[1]

Cancello dei draghi celesti Modifica

Marijoa dettagli

I cancelli che separano il castello dalle abitazioni dei nobili mondiali.

Il cancello dei draghi celesti (天竜門, Tenryūmon?) è il primo dei tre grandi cancelli che si devono attraversare per raggiungere il castello Pangea dal dominio degli dei. Sul lato che si affaccia al castello ci sono alcune guardie che permettono di attraversarlo solo ai nobili mondiali e sopra di esso è presente lo zoccolo del drago cavalcacielo, il simbolo di questi ultimi.[1]

Dominio degli dei Modifica

Il dominio degli dei (神々の地, Kamigami no Chi?) è il luogo dove i nobili mondiali vivono assieme ai loro schiavi. Presenta alberi e fontane lungo le strade.[1]

Abitanti Modifica

Marijoa

Schiavi

Storia Modifica

Passato Modifica

Non si sa da quanto tempo esista. La notizia più antica che la riguarda si riferisce a quanto il re di Lvneel dovette chiedere a Marijoa il permesso di inviare una nave nella Rotta Maggiore.

È possibile che la città sia stata edificata subito dopo la nascita del Governo Mondiale, alla fine dei cento anni del grande vuoto, quando venti re sconfissero un antico regno e presero il controllo della legge nel mondo intero trasferendosi a Marijoa e nominando dei regnanti che li sostituissero, ad eccezione della famiglia Nefertari che decise di rimanere nel regno di Alabasta.

Trentuno anni prima dell'inizio della narrazione, Don Quijote Homing rinunciò alla sua condizione di nobile mondiale in quanto desiderava vivere una vita in mezzo alle persone normali. Qualche anno dopo Do Flamingo tornò a Marijoa con la testa del padre nel tentativo di riottenere lo status di nobile mondiale, ma esso gli venne negato in quanto tutta la sua famiglia era stata bollata come traditrice a causa della scelta del padre. Inoltre i nobili mondiali cercarono di fermare Do Flamingo in quanto aveva appreso dell'esistenza del "tesoro nazionale" del paese che avrebbe potuto sconvolgere le fondamenta del mondo se fosse stato rivelato al pubblico. Tuttavia Do Flamingo riuscì a fuggire.

Quattordici anni prima dell'inizio della narrazione, Spandam si recò a Marijoa, dove convinse gli astri di saggezza a cercare di risvegliare le armi ancestrali per debellare la pirateria.

L'anno seguente, Fisher Tiger fu schiavizzato a Marijoa, ma fuggì, per poi scalare la Linea Rossa a mani nude ed attaccare la città con l'intento di liberare tutti gli uomini-pesce tenuti come schiavi, ma finì per liberare anche tutti gli altri prigionieri. Alla fine diede fuoco alla città.

Sette anni dopo, il Reverie si riunì a Marijoa e si discusse anche a riguardo delle azioni di Dragon.

Saga di Jaya Modifica

I vertici della Marina e la Flotta dei sette si riuniscono per scegliere il sostituto di Crocodile. L'incontro viene poi interrotto da Lafitte, membro dei Pirati di Barbanera.

Saga delle Sabaody Modifica

Sengoku, Garp e Orso Bartholomew discutono dei Pirati di Cappello di paglia. Il primo si rende conto che il loro Log Pose li porta sempre più vicino a Marijoa e si preoccupa per questo, dato l'elevato numero di guai che hanno già combinato.

Saga dopo la guerra Modifica

Garp presenta le sue dimissioni a Kong, nonostante tutti i tentativi di farlo tornare sui suoi passi. Due settimane dopo Sengoku fa lo stesso. Kong propone così loro altri incarichi, come istruttore di nuove reclute e ispettore.

Saga di Dressrosa Modifica

Due anni dopo, a seguito della notizia falsa delle dimissioni di Do Flamingo da membro della Flotta dei sette, Sakazuki si incontra a Marijoa con i cinque astri di saggezza iniziando un accesa discussione prima che i sei vengano informati della sconfitta del pirata e della caduta di Dressrosa.

Saga del Reverie Modifica

Ryokugyu rivela a Fujitora di avere ricevuto l'ordine di cacciarlo per conto di Sakazuki, mentre Issho afferma che la nuova trovata di Vegapunk renderà inutile la Flotta dei sette. Tutti i reali raggiungono Marijoa per l'imminente Reverie.

Charloss tenta di rapire la principessa Shirahoshi e il CP0 interviene contro Leo e Sai, che cercavano di impedirglielo. A quel punto, però, Myosgard colpisce violentemente il nobile mondiale, chiedendo perdono a Nettuno per l'accaduto. Nel frattempo, Shanks viene ricevuto in udienza dai cinque astri di saggezza.

Gli astri di saggezza riflettono sulla richiesta di Nefertari Cobra di parlare in privato con loro ed affermano che sia necessaria un'azione decisa contro tutti i nemici del Governo Mondiale. Giungono poi al cospetto di Im, posta sul trono vuoto, e si inchinano a lei, chiedendo quale sia il suo volere.

Intanto Jewelry Bonney riesce ad infiltrarsi nel dominio degli dei, vedendo la condizione di schiavitù di Orso Bartholomew.

Il quarto giorno del Reverie, quattro rivoluzionari ingaggiano battaglia contro Issho e Ryokugyu per liberare Orso Bartholomew.

Differenze tra manga e anime Modifica

Saga di Navarone Modifica

Nell'anime, i fratelli Marley lavoravano a Marijoa come cuochi prima di venire trasferiti alla base G-8.

Curiosità Modifica

  • Il castello Pangea assomiglia molto al castello di Chambord che si trova in Francia. Pangea è anche il nome dell'omonimo continente primordiale. Dato che esso conteneva tutti quelli ad oggi esistenti, un fan ha chiesto se il castello Pangea doveva essere inteso come lo "One Piece", ma Oda non ha voluto rispondere.[2]

Note

Navigazione Modifica