FANDOM


Marco è il comandante della 1ª divisione dei Pirati di Barbabianca.

Aspetto Modifica

Marco bambino

Marco da bambino.

Marco è un uomo magro, muscoloso e dai capelli arruffati colore arancio chiari. La forma della sua testa ricorda quella di un ananas ed ha solitamente uno sguardo assonnato. Ha un po' di barba sul mento e sul petto ha tatuato il Jolly Roger della ciurma di colore blu. Indossa una camicia viola sbottonata, pantaloni blu scuro e sandali marroni. Inoltre porta alla vita un foulard celeste e una cinta metallica alquanto elaborata.

Da bambino, Marco aveva i capelli più crespi, una maglietta a strisce verticali e non portava le scarpe.

Carattere Modifica

Marco appare solitamente calmo e riflessivo, indipendentemente da chi si accinge ad affrontare. Gli unici momenti in cui ha perso la calma sono stati relativi alla salute di Barbabianca, ovvero quando Squardo lo ha trafitto con la sua spada o quando successivamente Akainu lo ha colpito in pieno petto. Quando Newgate ed Ace sono morti, Marco è scoppiato in lacrime insieme ai suoi compagni.

È anche molto percettivo, tanto da percepire l'Ambizione del re di Shanks prima di chiunque altro a bordo della Moby Dick e da capire subito il potenziale di Rufy. Sembra anche apprezzare i novellini talentuosi, visto che ha preso subito in simpatia Rufy dopo che quest'ultimo ha fermato un attacco di Crocodile diretto a Newgate.[2]

Sembra avere anche una lieve vena giocosa dal momento che ha provocato Kizaru a colpirlo con i suoi laser con sarcasmo.

Relazioni Modifica

Ciurma Modifica

Barbabianca statura

Marco al fianco di Barbabianca durante la guerra per la supremazia‎.

Marco aveva un legame molto forte con Barbabianca, essendo un membro della sua ciurma da almeno vent'anni. Durante le fasi iniziali della guerra per la supremazia,‎ gli è stato infatti continuamente a fianco proteggendolo più volte dagli attacchi nemici. Inoltre, quando Squardo ha trafitto Barbabianca, Marco è subito accorso in aiuto dell'imperatore. Come gli altri membri dell'equipaggio, lo considerava un padre e al momento della sua morte, scoppia in lacrime insieme al resto dei suoi compagni.

Marco è in ottimi rapporti con gli altri comandanti della ciurma, in particolare lo era con Ace, con cui aveva stretto una grande amicizia. Ha anche dimostrato di prendersi cura dei membri più deboli del suo equipaggio, tanto da avvisarli di rimanere indietro di fronte all'Ambizione del re di Shanks.

Shanks Modifica

Marco inizialmente è ostile a Shanks in quanto suo nemico. Quando l'imperatore è salito a bordo della Moby Dick infatti, Marco lo ha subito ripreso e insultato per avere causato dei danni alla nave con la sua Ambizione del re. Inoltre ha risposto aspramente al tentativo di Shanks di reclutarlo.[3] Tuttavia, dopo la guerra per la supremazia‎ si scusa con lui per il suo atteggiamento scontroso e lo ringrazia per avere permesso i funerali di Barbabianca ed Ace.[4]

Marshall D. Teach Modifica

Dato che Barbanera è stato l'artefice della morte di Satch e Barbabianca, nonché della cattura di Ace, è considerato come un nemico e un traditore da parte di tutti i Pirati di Barbabianca. Durante il salto temporale, Marco e i suoi compagni hanno combattuto contro i Pirati di Barbanera per ottenere vendetta, venendo però pesantemente sconfitti.[5]

Forza e abilità Modifica

Marco vs Akainu

Marco affronta Akainu.

In qualità di comandante della prima divisione dei Pirati di Barbabianca, ha autorità su tutti i membri dell'equipaggio di rango inferiore. In seguito alla morte di Newgate, Marco ha preso il comando della ciurma. Come dimostra l'avere acquisito tale posizione, Marco era considerato il più forte pirata presente nella ciurma dopo lo stesso Barbabianca.

Come braccio destro di quest'ultimo, la sua fama è tale da essere subito riconosciuto da tutti i marine presenti durante la guerra per la supremazia e anche da alcuni membri dei Pirati di Cappello di paglia, nonostante non lo conoscessero di persona.[5] Solca inoltre i mari con la ciurma dai tempi di Gol D. Roger, cosa che lo rende un vero e proprio veterano.

Durante la guerra per la supremazia‎, Marco ha sconfitto numerosi capitani della marina con grande facilità ed è stato in grado combattere alla pari con i tre ammiragli della Marina, gli uomini più forti dell'organizzazione dopo il grand'ammiraglio.

Possiede una grande forza di volontà, tanto da resistere all'Ambizione del re di Shanks senza alcuna difficoltà.

Capacità fisiche Modifica

Marco possiede una forza incredibile e ottimi riflessi. Inoltre è estremamente resistente, dato che è rimasto cosciente dopo essere stato colpito dai raggi laser di Kizaru, nonostante fosse impossibilitato ad utilizzare i propri poteri rigenerativi. Ha anche dimostrato di essere incredibilmente veloce, tanto da raggiungere luoghi distanti in pochissimi secondi, anche grazie alla capacità di volare ottenuta con il suo frutto. Infatti ha protetto Barbabianca dall'attacco di Kizaru, famoso per la sua velocità, ed era pronto ad intervenire per salvare Ace dall'esecuzione al posto di Crocodile, nonostante dovesse ancora arrivare nella piazza.

Basa il proprio stile di combattimento sui calci, aumentando la potenza dei colpi grazie alla capacità di volare, che gli consente di raggiungere velocità maggiori. È stato in grado di calciare a grande distanza sia Kizaru che Aokiji. Inoltre può rendere i propri calci letali trasformando i piedi in artigli.[6]

Frutto del diavolo Modifica

Lente Per maggiori informazioni, vedere Avis Avis modello fenice
Marco trasformato

Marco trasformato in una fenice.

Marco possiede i poteri derivanti dal raro frutto Zoo Zoo mitologico Avis Avis modello fenice che gli consente di trasformarsi in una fenice, garantendogli la capacità di volare.

Il controllo del pirata sulla sua forma ibrida è talmente elevato da potere trasformare anche solo singole parti del corpo, tanto da riuscire a estromettere dalla sua trasformazione mani e piedi quando necessario.

La più grande capacità derivante dal suo frutto del diavolo è tuttavia quella di potere rigenerare e guarire le parti del corpo ferite semplicemente avvolgendole con le fiamme della sua forma di fenice. In questo modo può subire attacchi mortali senza risentirne minimamente, dato che può curare qualsiasi ferita quasi istantaneamente. Marco può anche curare le ferite che subisce in forma umana mentre si trova a contatto con l'agalmatolite successivamente. Infatti è sufficiente che il contatto con la sostanza venga interrotto e che Marco ritorni nella sua forma di fenice per guarire qualsiasi ferita inflitta precedentemente. Quest'ultima capacità lo rende superiore ai possessori di un Rogia, dato che essi non possono rigenerare le ferite riportate mentre si trovano a contatto con l'agalmatolite una volta interrotto il contatto con essa.

Ambizione Modifica

Marco è in grado di padroneggiare l'Ambizione dell'armatura, con la quale è stato in grado di colpire possessori di frutti Rogia come Kizaru e Aokiji.[7]

Armi Modifica

Teach all'isola degli uomini-pesce

Marco mentre impugna una katana.

Quando Barbabianca prese sotto la sua protezione l'isola degli uomini-pesce, Marco impugnava una katana. Tuttavia non si conosce il suo livello di abilità con quest'arma.[8]

Storia Modifica

Passato Modifica

Più di vent'anni prima dell'inizio della narrazione, Marco era già un membro dei Pirati di Barbabianca, essendo presente sull'isola degli uomini-pesce quando Newgate la rivendicò come un territorio sotto la sua protezione.

Vent'anni prima dell'inizio della narrazione, era sulla Moby Dick quando Shiki fece visita all'imperatore.[9]

Marco parla ad Ace

Marco parla ad Ace.

Quando Ace salì sulla nave dell'imperatore, Marco cercò di fare amicizia con lui, spiegandogli il tipo di legame paterno che Newgate aveva con tutti i membri del suo equipaggio. Inoltre fu sempre lui a consigliare ad Ace di viaggiare per i mari portando il Jolly Roger di Barbabianca come uno dei suoi figli.

Quando Ace, dopo l'assassinio di Satch per mano di Teach, decise di cercarlo per vendicare la morte dell'amico, Marco fu uno dei membri dell'equipaggio che tentò invano di fargli cambiare idea.

Saga di Jaya Modifica

Quando Rockstar fa visita a Barbabianca, Marco afferma che nessuno ha mai sentito parlare di lui nonostante la sua taglia di 94.000.000 Simbolo Berry.

Saga dopo Enies Lobby Modifica

Nel momento in cui Shanks incontra Barbabianca a bordo della Moby Dick, Marco avverte i membri più deboli dell'equipaggio di farsi indietro per via della potente Ambizione dell'ospite. Tuttavia, nonostante gli avvertimenti, molti pirati perdono i sensi. Marco allora rimprovera Shanks per aver fatto svenire i suoi subordinati e per aver danneggiato la nave. L'imperatore, non appena lo riconosce, gli chiede invece di unirsi alla sua ciurma, ottenendo però un secco rifiuto da parte del comandante della prima divisione.

Saga di Marineford Modifica

Marco vs Kizaru

Marco affronta Kizaru.

Marco si presenta a Marineford assieme ai Pirati di Barbabianca e ai suoi alleati per salvare Ace dall'esecuzione. Quando Kizaru tenta di colpire Newgate con i suoi laser, Marco intercetta l'attacco e lo colpisce con un poderoso calcio potenziato dall'Ambizione dell'armatura, che lo scaglia a grande distanza.

Poco dopo, Marco nota i fuggitivi di Impel Down cadere dal cielo e riconosce Rufy come il fratello di Ace. Subito dopo torna a bordo della Moby Dick per informare l'imperatore che la Marina ha anticipato l'ora dell'esecuzione di Ace, nonostante Newgate fosse già stato avvisato da Rufy. Quando quest'ultimo si dirige verso il patibolo, Barbabianca, vedendo la determinazione del ragazzo, ordina a Marco di proteggerlo.

In seguito Marco è testimone dell'attacco ai danni di Rufy da parte di Drakul Mihawk, così ordina a Vista di prendere le sue difese. Poco dopo è sconvolto nel vedere prima il tentato omicidio ai danni di Barbabianca da parte di Squardo e dal successivo abbraccio da parte dell'imperatore al suo assalitore. Dopo che Crocodile urla a Newgate di essere diventato debole, Marco afferma che il motivo per il quale si è lasciato colpire è relativo alla salute dell'imperatore, la quale sta peggiorando sempre di più. Poco dopo rimane scioccato nel vedere la Moby Dick distrutta dalle meteore di magma di Akainu.

Marco attacca Aokiji

Marco salva Rufy da Aokiji.

Quando Ace sta per venire giustiziato, Marco è pronto a salvarlo, ma Crocodile interviene prima di lui eliminando le due guardie con i suoi poteri. Successivamente corre in aiuto di Rufy anticipando Boa Hancock e sferra un forte calcio che spinge a grande distanza Aokiji. Per salvare Ace una volta per tutte, Marco si trasforma completamente in fenice e si dirige volando verso il patibolo. Nonostante riesca ad eludere ogni attacco dei marine, viene intercettato da Garp che con un forte pugno al volto lo scaglia a terra con violenza.

Marco trafitto

Kizaru trafigge Marco.

Al culmine della battaglia, vede che Barbabianca viene colpito in pieno petto dal pugno di magma di Akainu e si preoccupa seriamente per le condizione dell'imperatore. Nel tentativo di raggiungerlo, si distrae venendo così colpito da due raggi laser di Kizaru mentre è ancora in forma umana. Dopo essersi rigenerato usando i suoi poteri, continua la sua corsa verso l'imperatore, venendo però bloccato da Onigumo che riesce a mettergli ai polsi le manette di agalmatolite. Kizaru coglie così l'occasione centrandolo con altri due raggi laser che feriscono gravemente il comandante, facendolo cadere a terra.

Più tardi rimane molto sorpreso nel vedere Rufy usare l'Ambizione del re. Quando Squardo guida la nave portata nella piazza da Little Odr Junior contro i marine, Marco critica aspramente il pirata affermando come sia stupido il suo modo di agire. Ordina poi ai suoi compagni più vicini di togliergli le manette, i quali però non riescono nell'intento. Tornato sul campo di battaglia gravemente ferito, è riluttante nel seguire l'ordine del suo capitano di rimanere indietro.

Marco assiste poi incredulo alla morte di Ace per mano dell'ammiraglio Akainu. Poco dopo nota Galdino accanto a sé e gli ordina di creare una chiave di cera con i suoi poteri per liberarlo dalle manette.

Marco e Vista colpiscono Akainu

Marco e Vista attaccano Akainu.

Quando Akainu tenta di colpire Jinbe, intervenuto per impedire che il marine colpisca una seconda volta Ace, l'ammiraglio viene respinto da un attacco simultaneo di Marco e Vista. Successivamente il comandante della prima divisione riprende a combattere nel tentativo di tenere distanti i marine da Ace e Rufy. Dopo aver pianto per la morte del suo compagno di ciurma, ferma nuovamente Akainu, determinato ad uccidere anche Rufy. Marco ordina poi che Jinbe e Rufy vengano portati in salvo, affermando che proteggeranno il giovane pirata come avrebbero fatto con Ace, in quanto sarà lui ad ereditare la sua volontà.

Quando Barbabianca si confronta con Barbanera, Marco tenta di raggiungere il suo capitano per aiutarlo, venendo però fermato proprio da quest'ultimo che gli ordina di stare indietro, deciso a punire con le proprie mani il responsabile dell'assassinio di Satch. Barbabianca però viene ucciso dalla ciurma di Teach e quando quest'ultimo dimostra di avere acquisito il potere del Gura Gura, Marco spiega ad alcuni membri dell'equipaggio che Teach possiede un corpo fuori dal normale che gli può permettere di avere contemporaneamente il potere di due frutti del diavolo. In seguito si riunisce ad altri membri della sua ciurma per difendere ancora una volta Rufy da Akainu.

Quando Shanks giunge a Marineford, ordina a Marco di ritirarsi pacificamente e di non prolungare i combattimenti che avrebbero causato solo altre morti inutili. Marco segue quanto detto dall'imperatore, abbandonando le ostilità e salpando con tutti i superstiti.

Saga dopo la guerra Modifica

Marco, assieme a tutti i membri della flotta di Barbabianca e ai Pirati del Rosso, partecipa alla cerimonia funebre di Ace e Newgate su un'isola imprecisata nel Nuovo Mondo.

Salto temporale Modifica

Un anno dopo la guerra per la supremazia,‎ Marco guida i Pirati di Barbabianca contro la ciurma di Barbanera, venendo però pesantemente sconfitto. Al termine di tale guerra i Pirati di Barbabianca iniziano a vivere nell'ombra.[5]

Differenze tra manga e anime Modifica

Aspetto Modifica

Nell'anime, alla sua prima apparizione, Marco aveva un colore della pelle e dei capelli totalmente diversi.[10] Durante l'incontro tra Shanks e Barbabianca, l'aspetto del personaggio diventa più simile a quello reale, nonostante avesse una carnagione più scura e il tatuaggio sul petto fosse di colore rosso. Indossava anche degli abiti diversi, ovvero una giacca lilla, dei pantaloni scuri e dei sandali neri. Queste diversità sono probabilmente dovute al fatto che all'epoca veniva considerato come un generico membro della ciurma.

Note

Navigazione Modifica