FANDOM


Disambiguazione Per il cuoco di Rogue Town, vedi Leo (filler)

Leo è il comandante dell'esercito dei nani del regno di Tontatta.

Aspetto Modifica

Leo bambino

Leo da bambino.

Leo come tutti gli altri nani è piccolo ed ha una grande coda soffice marrone e un naso a punta. Ha i capelli lunghi e bruni ed indossa una corona verde simile ad un cappello con una delle punte piegate. Indossa anche delle bretelle verdi, degli occhiali, degli stivali marroni, dei guanti dello stesso colore ed una cravatta rossa.

Carattere Modifica

Ha un carattere da guerriero, ma così come gli altri nani è estremamente ingenuo. Oltre a ciò ha anche un amplio margine di oblio dato che fraintende facilmente il comportamento di Manshelly verso di lui come egoismo, meschinità e capricciosità senza essere a conoscenza dei sentimenti che prova per lui.

Anche lui come Kin'emon sembra non essere a conoscenza dell'esistenza dei frutti del diavolo avendo indicato il suo potere e quello di Robin come magia. Nonostante la sua credulità però Leo si è rifiutato di credere a Trebol quando gli ha detto che Usop ha mentito loro quando ha detto di essere un eroe.

Relazioni Modifica

Graver Modifica

Graver è la nonna premurosa di Leo.

Manshelly Modifica

Anche se Leo ha definito Manshelly egoista e viziata, lui si preoccupa molto per lei. Dall'altra parte Manshelly ha dimostrato di avere una cotta per Leo ed è stata molto felice quando lui l'ha salvata. Tuttavia Leo non si rende conto dei sentimenti che la principessa prova per lui.

Forza e abilità Modifica

Leo possiede le stesse abilità dei nani del suo popolo ossia la grande forza, la grande agilità e la capacità di coltivare qualsiasi tipo di pianta. Il fatto che sia il capo dei soldati suggerisce che le sue capacità combattive sono superiori a quelle degli altri nani. Si è dimostrato abbastanza resistente da rimanere cosciente dopo un'esplosione provocata da Trebol.

Frutto del diavolo Modifica

Lente Per maggiori informazioni, vedere Cuci Cuci
Nui Nui

Leo usa i poteri del frutto Cuci Cuci.

Leo ha mangiato il frutto Cuci Cuci, della categoria Paramisha. Esso dona la capacità di cucire qualunque cosa ad un'altra, e allo stesso modo di scucirla, senza causare nessun danno. I punti sono abbastanza forti da immobilizzare una persona al suolo. Leo lo utilizza anche in combattimento per legare i propri nemici l'uno all'altro e farli sbattere fra di loro.

Tontatta Combat Modifica

Lente Per maggiori informazioni, vedere Tontatta Combat

Leo è inoltre abile nell'arte marziale conosciuta come Tontatta Combat, anche se il suo livello di esperienza è sconosciuto.

Storia Modifica

Passato Modifica

Otto anni prima dell'inizio della narrazione, Leo e gli altri nani hanno formato un esercito guidato da Kyros per potere liberare i propri compagni tenuti prigionieri nella fabbrica di Smile.

Saga di Dressrosa Modifica

Tontatta Combat

Leo e Lampo sconfiggono due uomini di Do Flamingo.

Quando la Marina giunge a Green Bit, Leo e gli altri li spogliano dei loro vestiti e dei loro averi. Quando Robin riesce a catturare Kab, Leo e gli altri nani presenti catturano sia Robin che Usop mettendoli a dormire con fiori anestetici e li portano nel regno di Tontatta.

Leo sfrutta l'abilità del suo frutto del diavolo per inchiodare Robin a terra permettendo ai suoi compagni di perquisirla. Quando la ragazza si sveglia i nani si allarmano e Leo inizia il suo interrogatorio supponendo che sia una persona malvagia. A un certo punto i nani tentano di svestire Robin per accertarsi che non possegga armi, tuttavia Flapper li interrompe. Usop infatti si è spacciato per il discendente di Montblanc Noland, l'eroe dei nani, e quindi lui e Robin vengono trattati con rispetto e ammirazione. Durante una festa in loro onore Leo chiede ad Usop e Robin di aiutarli nella loro battaglia contro Do Flamingo.

Più tardi i nani cominciano a marciare verso Dressrosa attraverso una galleria sotterranea. Giunti al campo di girasoli, dove si trova il loro esercito, Leo e gli altri ascoltano il discorso del rabbioso soldatino tonante volto ad incitarli a combattere contro Do Flamingo. Quando finalmente inizia l'operazione Leo e gli altri attraversano il tunnel che hanno creato in un anno e giungono al porto commerciale sotterraneo. Qui, dopo che Leo e Lampo hanno steso due uomini di Do Flamingo per permettere ad Usop e Robin di usare i loro vestiti per confondersi, il gruppo avanza verso la torre centrale dove dovrebbe trovarsi Sugar.

Nani operazione SOP

Leo e gli altri nani pronti a sconfiggere Sugar.

Arrivati alla torre esecutiva, Leo spiega ad Usop la connessione tra la torre e la discarica sotterranea e, nei pressi della stanza dove si trovano Sugar e Trebol, Leo spiega che per far svenire Sugar tenterà di mettere dentro la sua ciotola un chicco d'uva pieno di tatababasco, la spezia più piccante del mondo, nella speranza che la mangi e vada fuori combattimento. Dopo avere allontanato Trebol con un diversivo, i nani entrano nella stanza e si precipitano contro Sugar. Ella però trasforma alcuni dei nani in giocattoli ed ordina loro di uccidere gli intrusi nella torre. Leo, avendo dimenticato che si tratta dei suoi compagni in quanto giocattoli, li attacca insieme al suo gruppo. La battaglia viene interrotta da una nave lanciata da Trebol contro la torre, che la distrugge parzialmente.

Raggiunta la torre, Trebol cattura Leo e i suoi amici con la sua sostanza appiccicosa. Dopodiché il pirata incendia la sostanza facendola esplodere. Leo così viene scagliato via fino a dove si trova Usop, il quale lo sollecita a ritirarsi. Tuttavia Leo insiste nel volere completare la missione in modo che il soldato possa combattere Do Flamingo, e quando Usop gli chiede perché i nani abbiano tanta fede in lui, Leo rivela che è l'unico giocattolo che può ribellarsi a Do Flamingo e che è in realtà Kyros, il gladiatore leggendario.

Incapacitati a muoversi Leo e i suoi compagni iniziano a chiamare "Usoland". Trebol li deride per le loro speranze; Leo però respinge le sue osservazioni furiosamente dicendo che Usoland li salverà sicuramente, così Trebol schiaccia il nano con il piede. Quando Usop si mostra per salvarli ammette che non è ciò che dice di essere e che è in realtà un pirata. Sebbene addolorati per la verità, Leo e gli altri nani iniziano a fare il tifo per Usop quando egli attacca Trebol. Alla fine Usop viene sconfitto da Trebol, ma riesce comunque a far svenire Sugar dopo che quest'ultima l'ha costretto ad ingoiare il chicco di Tatababasco, a quel punto l'operazione si conclude con successo e i nani giurano di ergere una statua in suo onore.

Leo sconfigge Jora

Leo sconfigge Jora.

Durante il caos che segue, Leo e gli altri si riuniscono a Wicca e gli altri nani sconfitti quando Kin'emon arriva nel porto commerciale. Quando Do Flamingo mostra la lista delle dodici persone da lui volute morte, il gruppo si vede costretto a scappare in superficie per evitare coloro che vogliono catturare Usop e gli altri ricercati. Dopo essere arrivati sulla cima dell'altopiano dove prima si trovava il palazzo reale, il gruppo si riunisce a Riku Dold III, Viola e Tank Lepanto. Dopo che Viola ha convinto suo padre a fidarsi della ciurma di Rufy, Leo e Kab si offrono di accompagnare Rebecca e Bartolomeo da Rufy al campo di girasoli. A quel punto Leo spiega il suo piano e, aggrappato a Rebecca, fa in modo che lei, Robin e Bartolomeo raggiungano il campo di girasoli planando grazie alla squadra di scarabei di Kab. Poco dopo Leo viene contattato da Maugi che lo avvisa che la principessa Manshelly è probabilmente rinchiusa nel palazzo reale.

Una volta arrivati al campo di girasoli tutti i nani entrano nel palazzo reale per liberare la principessa guidati da Viola. Leo arriva nel momento in cui Jora tenta di usare il potere della principessa per guarire le ferite di Machvise, Lao G, Sugar e Dellinger, così Kab colpisce i quattro ufficiali togliendoli dalla traiettoria delle lacrime della principessa. Leo allora, legando Jora agli uomini di Do Flamingo svenuti, la sconfigge lanciandoglieli contro. Salvata Manshelly, Leo trasporta la principessa sulla schiena fino al campo di girasoli dove incontrano Robin, Rebecca e Kyros.

Durante la battaglia finale tra Rufy e Do Flamingo, Leo riattacca il braccio a Law insieme a Manshelly, però dopo il pirata rifiuta di abbandonare la zona, così Leo scende dal campo di girasoli insieme a Robin, Kyros, Rebecca, Manshelly e Kab grazie ad una barriera a forma di scala creata da Bartolomeo.

Giuramento flotta

Leo e altri sei comandanti fondano la Grande flotta di Cappello di paglia.

Dopo che Manshelly ha guarito i gladiatori sconfitti o feriti con i suoi poteri, Leo li aiuta a sconfiggere gli uomini di Do Flamingo che stanno presidiando il nuovo altopiano reale e poi cercano tutti insieme di fermare la gabbia per uccelli con l'aiuto di una barriera di Bartolomeo. A seguito della sconfitta di Do Flamingo ad opera di Rufy la gabbia si dissolve e Leo festeggia insieme agli altri per poi salutare con gli altri nani il comandante Kyros, il quale scioglie l'armata per il completamento della missione.

Tre giorni dopo, Leo e gli altri nani tengono d'occhio la Marina e, appena iniziano a muoversi, avvisa Kyros affinché assista Rufy e i suoi compagni durante la fuga dall'isola. Poi insieme ad altri nani blocca le navi della Marina cucendole assieme e raggiunge Rufy ed i suoi alleati sulla Yonta Maria. Qui duecento nani capitanati da Leo, nonostante il rifiuto di Rufy, diventano uno dei sette gruppi a fondare la Grande flotta di Cappello di paglia. Dopo di ciò Leo festeggia insieme agli altri la vittoria sui Pirati di Don Quijote, dopodiché prende un pezzo della Vivre Card di Rufy per aiutarlo qualora ce ne fosse bisogno.

In seguito torna a Dressrosa tramite gli Yellow Kab e dà il compito ad alcuni scalpellini di costruire due statue in onore di Lucy e Usop da mettere affianco a quella di Kyros.

Note

Navigazione Modifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.