FANDOM


Rufy armato di cera

Rufy con le protezioni di cera per combattere con Magellan.

Nel corso delle sue avventure Rufy ha affrontato numerosissimi nemici; per questa ragione qualche volta ha dovuto adottare determinate tecniche di combattimento per poterli sconfiggere.

Durante lo scontro con Mr. Three a Little Garden Rufy si è trovato in difficoltà a contrastare la cera più dura del cemento che l'Official Agent della Baroque Works era in grado di creare grazie al potere del frutto Dela Dela. Mr. Three è riuscito ad imprigionare le gambe di Rufy in un ceppo di cera, che lo ha effettivamente immobilizzato. Rufy però ha sfruttato quella stessa cera come arma, "trasformandosi" in una mazza e scagliando i suoi piedi intrappolati contro l'enorme statua di cera in cui erano imprigionati Zoro, Nami e Bibi. All'impatto parte della statua si è frantumata e la stessa sorte ha avuto il ceppo. Poco dopo Mr. Three ha bloccato un braccio di Rufy nella cera, ma quest'ultimo non si è scoraggiato e l'ha utilizzato come arma per attaccarlo.

Durante il combattimento a Skypiea Ener ha bloccato un braccio di Rufy in una gigantesca sfera d'oro puro. Questa sfera molto pesante gli limitava i movimenti e ad un certo punto lo ha anche fatto precipitare dall'arca del dio. Dopo essere tornato alla carica Rufy ha scagliato il pugno e la sfera d'oro dentro la nube che aveva appena distrutto Angel Island. Muovendo la sfera attraverso alla nube l'ha scaricata di tutta la potenza elettrica contenuta in essa, salvando così Upper Yard dalla stessa sorte.

Ad Impel Down, durante l'evasione di massa guidata da Rufy e Bagy, il direttore della prigione Magellan cerca di fermare la fuga dei detenuti con il suo potere. Nessuno dei prigionieri sembra essere in grado di contrastarlo, ma la cera di Mr. Three si mostra in grado di resistere. Per questo motivo Rufy si fa costruire protezioni in cera per mani e piedi, dopodiché si offre di restare temporaneamente indietro ed affrontare Magellan dando tempo agli altri di allontanarsi. Quando però Magellan sfodera la sua arma finale, un veleno in grado di scogliere anche la cera e la pietra, Rufy rinuncia a combattere e torna a fuggire verso l'uscita.

Rufy acquatico Modifica

Rufy acquatico

Rufy acquatico spara dei proiettili d'acqua contro Crocodile.

Durante il secondo scontro con il leader della Baroque Works Rufy ha cercato di utilizzare un barile pieno d'acqua per indebolire Crocodile e annullare l'intangibilità donatagli dal frutto Sand Sand. Per farlo Rufy si è bagnato braccia e gambe con l'acqua in modo che i colpi sferrati fossero efficaci, ma il suo vero piano consisteva nel tentare di versargli l'acqua addosso. Tuttavia, dopo essersi reso conto che il barile era costantemente in pericolo perché poteva rompersi disperdendo a terra il prezioso liquido, Rufy ha bevuto tutta l'acqua contenuta in esso, diventando Rufy acquatico (水ルフィ, Mizu Rufi). Nonostante il suo aspetto fosse così ridicolo che anche un personaggio serio come Nico Robin si è lasciato sfuggire una risata, questa mossa ha permesso a Rufy di conservare al sicuro l'acqua e di sputarla fuori per cercare di bagnare Crocodile. Il pirata è rimasto in questa forma finché Crocodile non l'ha afferrato per il collo e l'ha prosciugato completamente.

Afro Rufy Modifica

Afro Rufy

Afro Rufy.

A Long Ring Long Land Rufy affronta Foxy in combattimento. Prima di iniziare il duello può scegliere cosa indossare per la sfida. Usop, che è con lui, nota una grossa parrucca afro e la fa indossare a Rufy, affermando che l'afro doni una forza ulteriore. In questo modo nasce Afro Rufy (アフロルフィ, Afuro Rufi).

Assieme alla parrucca afro Rufy indossa anche pantaloncini e guantoni da boxe, cinghie sui piedi, dei para gomiti e un mantello. Sul petto ha inoltre un tatuaggio temporaneo di un teschio fiammeggiante con le ossa incrociate. In questa circostanza Rufy si comporta anche in maniera diversa e più goliardica del solito. Nonostante solo Nami e Zoro ritengano che ciò non aiuti in nessun modo gli altri sostengono che l'afro abbia reso il loro capitano effettivamente più forte.

Nightmare Rufy Modifica

Nightmare Rufy

Nightmare Rufy.

Nel corso degli anni in cui sono stati costretti a nascondersi dalla luce del sole i Pirati Rolling hanno cercato disperatamente di rientrare in possesso delle proprie ombre. In quel periodo hanno imparato il modo per accumulare ombre ed inserirle dentro di sé, ottenendo così doti straordinarie per un breve periodo di tempo, alla fine del quale le ombre esce dal corpo tornando dai loro possessori precedenti. Usando queste conoscenze riescono a inserire cento ombre in Rufy, trasformandolo in Nightmare Rufy (ナイトメア•ルフィ, Naitomea Rūfi). In questo stato Rufy è molto più grande del solito ed ha la pelle di colore blu. Le sue dimensioni sono simili a quelle di Moria e il suo corpo è strutturato in maniera simile all'Heavy Point di Chopper. Rufy ottiene anche una voce diversa e perde il suo abituale carattere, sostituito da uno molto più serio.

In aggiunta alla sua già eccezionale forza fisica le cento ombre inserite in Rufy lo rendono capace di far vacillare persino Odr. Una delle ombre inserite in lui apparteneva ad uno spadaccino e per questo Nightmare Rufy ha la capacità di combattere con la spada. Si muove ad una velocità incredibile, al punto di salvare Nami e Usop da Odr senza che né lui né Moria abbiano rilevato la sua presenza.

Questa forma dura solo dieci minuti, dopodiché le ombre all'interno di Rufy ritornano ai loro rispettivi proprietari.

Prototipi per One Piece Modifica

Nightmare Rufy One Piece Green

Nightmare Rufy in One Piece Green.

In One Piece Green sono state rivelate due versioni alternative di Nightmare Rufy: una doveva avere una personalità più seria ed educata, mentre l'altra avrebbe avuto un aspetto che ricorda Freddy Krueger. Nessuna delle due aveva il corpo massiccio della versione finale.

Navigazione Modifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.