FANDOM


Gin è il comandante dei combattenti dei Pirati di Creek.[2]

Aspetto Modifica

Gin è un uomo snello con dei corti capelli castani, un po' di barba e delle profonde occhiaie attorno agli occhi.

Indossa una giacca grigia con un serpente rosso disegnato su entrambi i lati e una linea blu lungo ciascuna manica. Sotto di essa ha invece una maglietta verde e dei pantaloni grigi. Inoltre porta sulla testa una bandana grigia con delle strisce blu e due orecchini su ogni lobo.

Carattere Modifica

Gin è un pirata spietato e crudele. Non si fa scrupoli ad uccidere senza pietà dei marine e a sparare a Linz mentre era di spalle. Inoltre è stato disposto a prendere in ostaggio Zef per ricattare Sanji e a rompere la protesi dell'ex pirata.

Tuttavia, al contrario di Creek, Gin ha un forte senso dell'onore, tanto da rifiutarsi di uccidere Sanji perché il cuoco aveva mostrato compassione per lui, sfamandolo e salvandolo da una morte di stenti.

Relazioni Modifica

Creek Modifica

Gin è ciecamente fedele a Creek, ma allo stesso tempo lo teme per la sua forza e la sua spietatezza. Obbedisce a qualsiasi suo ordine senza esitare, indipendentemente da quanto disumano esso sia. La sua devozione per il suo capitano è così profonda che obbedisce all'ordine di gettare via la propria maschera antigas anche in presenza di un gas mortale.[3] Tuttavia, dopo la sconfitta di Creek per mano di Rufy, Gin afferma che se riuscirà a sopravvivere seguirà il suo capitano meno ciecamente.

Forza e abilità Modifica

Gin colpisce Sanji

Gin colpisce Sanji.

Come comandante dei combattenti dei Pirati di Creek, Gin era il più forte membro della ciurma all'infuori del capitano. La sua forza era riconosciuta dallo stesso Creek così come dal resto dell'equipaggio, tanto che quest'ultimi consideravano impossibile l'idea che potesse realmente venire sconfitto.[4] A dimostrazione di tali capacità ha distrutto gli scudi di Pearl con il minimo sforzo e ha combattuto alla pari con Sanji riuscendo infine ad avere la meglio, sebbene quest'ultimo fosse già stato ferito in precedenza. Inoltre, colpendolo di sorpresa, è riuscito a sopraffare Zef, un pirata in pensione ma ancora in possesso di una forza sovrumana.[5]

Capacità fisiche Modifica

Gin ha anche dimostrato di possedere una grande resistenza, tanto da riuscire ad evadere dalla prigione in cui era rinchiuso e a uccidere sette sottoposti di Fullbody nonostante fosse tremendamente indebolito dalla fame.

Lotta demoniaca Modifica

Lente Per maggiori informazioni, vedere Lotta demoniaca

Il suo stile di combattimento, chiamato Lotta demoniaca, gli consente di sferrare colpi di notevole potenza ricorrendo all'uso di armi da mischia.

Armi Modifica

Gin minaccia

Gin prende in ostaggio Zef.

Gin sembra avere una certa familiarità nell'impiego di armi da fuoco, dato che ha utilizzato una pistola per colpire Linz da una certa distanza e un fucile per tenere in ostaggio Zef.

Malgrado ciò le armi con cui Gin si dimostra più abile sono due tonfa con una sfera metallica alle estremità. Infatti, utilizzando queste armi, Gin è riuscito a distruggere gli scudi di Pearl con un singolo colpo.

Storia Modifica

Passato Modifica

Sette giorni dopo l'ingresso nella Rotta Maggiore, i Pirati di Creek si imbatterono in Drakul Mihawk, il quale distrusse tutte le navi della loro flotta ad eccezione della Dreadnought Sabre per via di un'improvvisa tempesta.[6] La ciurma a quel punto decise di tornare nel mare orientale.

Lungo il viaggio di ritorno, la nave fu avvistata da Fullbody, che tentò di catturare i pirati. A quel punto Gin, su ordine di Creek, abbandonò la nave per depistare il marine e permettere la fuga dei suoi compagni. In seguito Gin fu catturato e rinchiuso sulla nave del tenente.

Saga del Baratie Modifica

Sanji nutre Gin

Sanji sfama Gin.

Gin riesce però ad evadere dalla cella dove era rinchiuso ed entra nel Baratie. Chiede poi che gli sia dato da mangiare, ma poiché non ha denaro con sé, viene cacciato da Paty e Carne. Tuttavia Sanji, consapevole di che cosa sia la fame, gli offre un piatto di riso, che egli mangia avidamente. Dopo avere ringraziato il suo salvatore, ritorna alla Dreadnought Sabre e riferisce al suo capitano cosa è successo al Baratie. Inoltre, quando Creek gli spiega il suo progetto di conquista, Gin gli fa giurare di non fare del male a nessuno.

Durante l'assalto al Baratie, Gin prende in ostaggio Zef puntandogli contro un fucile e rompendogli la gamba di legno. Dopodiché ricatta Sanji chiedendogli il Baratie in cambio della vita di Zef. Tuttavia il cuoco, essendo in debito con l'ex pirata, rifiuta l'offerta e si fa attaccare di proposito da Pearl.

Gin e Pearl

Gin sconfigge Pearl.

Poco dopo però, Gin neutralizza il compagno affermando di volere essere lui stesso ad uccidere Sanji. Tuttavia, tra lo stupore generale, non riesce a infliggergli il colpo di grazia per via della riconoscenza verso colui che l'ha salvato da una morte di stenti. Creek, furioso, gli ordina di non indossare la maschera antigas mentre lui spara il gas velenoso MH5 e Gin obbedisce. Decide poi di tuffarsi in acqua per recuperare la sua maschera e lanciarla Rufy.

Successivamente, agonizzante, viene a sapere che quest'ultimo è riuscito a sconfiggere Creek e quando quest'ultimo si arrampica su un'asse pericolante per vendicarsi della sconfitta subita, Gin lo ferma con un pugno e lo porta via dalla nave ristorante. Dopo avere ringraziato Sanji, dice a Rufy che spera di incontrarlo di nuovo lungo la Rotta Maggiore e afferma che d'ora in avanti seguirà Creek meno ciecamente. Non è noto se sia riuscito a sopravvivere al MH5 di Creek, in quanto lui stesso ha affermato che probabilmente riuscirà a sopravvivere solo qualche ora.[7]

Curiosità Modifica

  • "Gin" (, Gin?) in giapponese significa argento.

Note

  1. SBS del volume 81.
  2. One Piece Blue: Grand Data File.
  3. Vol. 7capitolo 62 ed episodio 28.
  4. Vol. 7capitolo 61 ed episodio 27, Gin affronta Sanji.
  5. Vol. 7capitolo 55 ed episodio 25.
  6. Vol. 6capitolo 48 ed episodio 23.
  7. Vol. 8capitolo 67 ed episodio 30, Gin saluta Sanji e lascia il Baratie insieme ai superstiti della sua ciurma.

Navigazione Modifica