FANDOM


La famiglia Boa è la famiglia che governa su Amazon Lily ed è a capo delle piratesse Kuja.

Generalità Modifica

Al contrario di molti regnanti Boa Hancock è l'imperatrice delle Kuja per merito. La tribù infatti elegge come imperatrice la più forte e la più bella tra di loro, essendo convinte che forza e bellezza siano la stessa cosa.

Membri Modifica

Famiglia Boa
Hancock primo piano
Boa Hancock
Boa Sandersonia primo piano
Boa Sandersonia
Boa Marigold primo piano
Boa Marigold

Storia Modifica

Passato Modifica

Fin da piccole le tre sorelle hanno dimostrato di essere molto forti, al punto da venire reclutato nell'equipaggio delle piratesse Kuja. Un giorno la loro nave fu attaccata e le tre sorelle furono fatte prigioniere dei nobili mondiali, che le portarono a Marijoa e ne fecero delle schiave. Sulla loro schiena fu tatuato il loro marchio, un simbolo che le classificava come meno di umane. Durante la prigionia furono costrette a mangiare tre frutti del diavolo con cui intrattenere i nobili mondiali.

Questa situazione durò per quattro anni, finchè un giorno Fisher Tiger attaccò la sacra città di Marijoa e liberò tutti gli schiavi che vi erano rinchiusi. Dopo essere state liberate le sorelle Boa incontrarono la vecchia Nyon, un'ex imperatrice di Amazon Lily, Silvers Rayleigh e Shakuyaku, che le riaccompagnarono in patria.

Per nascondere il loro passato utilizzarono la mancanza di conoscenza che le Kuja hanno sempre avuto nei confronti del mondo esterno per inventarsi una storia che giustificasse il simbolo tatuato sulle loro schiene. Raccontarono di una maledizione ricevuta per avere ucciso un mostro e ogni volta che le tre donne si fanno il bagno fanno evacuare la zona, sostenendo che chiunque dovesse posare gli occhi su di loro rimarrebbe pietrificato.

Con il passare del tempo Hancock divenne l'imperatrice della tribù e le sue sorelle diventarono le sue consigliere nonchè assistenti. Durante la prima uscita al comando delle piratesse Hancock si guadagnò una taglia di 80.000.000 Simbolo Berry e venne invitata ad entrare nella Flotta dei sette. Hancock accettò per potere proteggere tutte le Kuja, imponendo che nessuno, nemmeno la Marina, potesse avvicinarsi ad Amazon Lily.

Saga di Amazon Lily Modifica

Anni dopo Rufy finisce ad Amazon Lily per mano di Orso Bartholomew. Per caso Rufy vede il simbolo sulla schiena di Hancock e per questo viene condannato a morte. Nell'arena Rufy affronta alla pari Marigold e Sandersonia e addirittura protegge la schiena di una di esse quando rischia di diventare visibile a tutte le Kuja presenti allo spettacolo. Questo comportamento, unito al fatto che Rufy afferma di preferire salvare la vita a tre Kuja che lo hanno aiutato piuttosto che ricevere aiuto a salpare e il fatto che Rufy abbia preso a pugni un nobile mondiale, fanno innamorare perdutamente Hancock di lui.

Saga di Impel Down Modifica

Hancock acconsente ad aiutare Rufy ad intrufolarsi ad Impel Down, dove è rinchiuso il fratello in attesa di essere giustiziato.

Saga di Marineford Modifica

Hancock poi si dirige a Marineford in risposta alla convocazione del Governo Mondiale. Lì attacca indistintamente pirati e Marine, sostenendo che tutti gli uomini sono uguali tranne il suo amato Rufy.

Saga dopo la guerra Modifica

Hancock scorta Rufy ad Amazon Lily e permette che venga curato sull'isola da Trafalgar Law. Dopodiché accompagna Rufy e Rayleigh a Cennessuno, dove il braccio destro del re dei pirati ha intenzione di allenare Rufy in privato.

Saga del ritorno alle Sabaody Modifica

Le piratesse Kuja guidate dalle sorelle Boa tornano a Cennessuno e prelevano Rufy scortandolo fino alle isole Sabaody per consentirgli di riprendere il suo viaggio interrotto due anni prima. In quell'occasione, a bordo della loro nave, aiutano i Pirati di Cappello di paglia a fuggire dalla nave della Marina guidata da Catacombo.

Navigazione Modifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.