FANDOM


Articolo scelto Gente! Questo è un articolo fatto come si deve!

"Edward Newgate" è un articolo completo ed esauriente!

Edward Newgate, meglio noto come Barbabianca, era il capitano dei Pirati di Barbabianca ed era considerato l'uomo più forte del mondo dopo la morte di Gol D. Roger. È stato uno dei quattro imperatori del Nuovo Mondo fino a quando non ha perso la vita durante la guerra per la supremazia‎.

Aspetto Modifica

Barbabianca era un uomo enorme, alto all'incirca il triplo di un comune essere umano. Possedeva un volto decisamente allungato, con rughe attorno agli occhi e due caratteristici baffi bianchi a forma di mezzaluna rivolti verso l'alto, da cui derivava il suo soprannome. Era molto muscoloso e aveva numerose cicatrici sul petto. Sulla schiena aveva tatuato il proprio Jolly Roger.

Indossava una bandana nera sulla testa e una giacca bianca da capitano sulle spalle come se fosse un mantello che gli raggiungeva le caviglie. Su di esso era disegnato il suo Jolly Roger. Girava a torso nudo, con dei pantaloni di colore panna, stivali neri e una fascia viola legata attorno alla vita. Quando non era in battaglia indossava anche un'attrezzatura per aiutarlo a respirare, collegata ad alcune apparecchiature mediche.

Galleria Modifica

Carattere Modifica

Fin da giovane Edward Newgate è stato una persona spensierata e gentile, interessato a farsi una famiglia, che lui considerava più importante di ricchezze e tesori. Gli piaceva moltissimo ricordare il passato: quando Shanks gli ha fatto visita ha parlato dei suoi celebri duelli con Drakul Mihawk e quando ha visto Bagy si è ricordato di lui come di un compagno di Roger. Uno dei modi migliori per avvicinarlo e parlare con lui era quello di portare alcol, che amava molto[3], preferibilmente di alta qualità e in grande quantità.

In età avanzata la sua reputazione e il suo potere sconfinato l'hanno spinto a considerare chiunque altro, fossero essi imperatori, ammiragli o membri della Flotta dei sette, come semplici fastidi piuttosto che vere e proprie minacce. Inoltre sembrava non dare peso a qualunque consiglio gli venisse dato, come quello della sua infermiera di non esagerare con gli alcolici o quello di Shanks di richiamare Ace dalla sua caccia. In realtà, però, agiva in base a scelte ragionate e si limitava a fingere di essere incosciente. Nel suo intimo era consapevole di essere solo un uomo e di non essere immortale, che i giovani rappresentano il futuro e che per questo le loro vite erano più importanti della sua.

Barbabianca aveva una rigida etica riguardante la morte dei suoi subordinati, da evitare a qualunque costo e se necessario da vendicare. Per questo motivo non ha esitato a dichiarare guerra all'intero Governo Mondiale e tutti l'hanno previsto nel momento stesso in cui i giornali hanno pubblicato la notizia della condanna a morte di Ace. Inoltre Barbabianca ha attaccato Teach non appena ne ha avuto la possibilità per vendicare Satch, pur essendo egli stesso vicinissimo alla morte. Così come Roger anche Barbabianca riteneva che un figlio non dovesse pagare per le colpe dei genitori.

Credeva che le donne non dovessero combattere e mettere a rischio la propria vita, per questo non ne aveva nella sua ciurma.[4]

Relazioni Modifica

Ciurma Modifica

Barbabianca piange Ace

Barbabianca piange per la morte di Ace.

Barbabianca considerava ognuno degli uomini del suo equipaggio come un figlio. L'amore che provava per loro ha origine da ben prima che avesse fondato la sua ciurma, in quanto il suo desiderio fin da giovane era quello di formare una famiglia. A loro volta tutti i suoi sottoposti lo chiamavano "padre" (オヤジ, Oyaji).

La fiducia che essi avevano nel loro capitano non era malposta: Barbabianca non ha esitato a dichiarare guerra all'intero Governo Mondiale per salvare Ace. Inoltre ha voluto prendersi l'intera responsabilità per ciò che aveva portato a quella situazione, sostenendo di fronte al resto del mondo di essere stato lui ad ordinare ad Ace di dare la caccia a Barbanera. La ciurma, inoltre, conosceva perfettamente la portata del potere di Barbabianca e riusciva a non essere vittima degli attacchi devastanti del proprio capitano.

In particolare Marco aveva un legame fortissimo con Barbabianca. Durante la prima fase degli scontri a Marineford i due sono rimasti assieme e in seguito Barbabianca ha dato a lui la responsabilità di vegliare su Rufy. Marco è stato il primo ad soccorrere il capitano dopo il tradimento di Squardo e allo stesso modo è andato in soccorso di Barbabianca contro Barbanera, prima di ricevere l'ordine di restare in disparte.

Amici Modifica

Ciurme alleate Modifica

Newgate era alleato con numerose ciurme, almeno quarantatré, che navigavano nel Nuovo Mondo. Ciascuno dei capitani era famoso e temuto in quelle acque. Barbabianca trattava ciascuno di essi come un figlio e per questo tutti hanno deciso di intervenire nella battaglia contro la Marina per salvare Ace. Nessuno di loro, però, sapeva che Ace fosse il figlio di Roger.

Monkey D. Rufy Modifica

Barbabianca è rimasto incuriosito da Rufy ancora prima di conoscerlo, per via delle parole con cui lo avevano descritto Ace e Shanks. Al loro primo incontro Rufy si è comportato come un suo pari, divertendo Barbabianca. In seguito, vedendo l'impegno e l'energia messe nel salvare il fratello, Barbabianca ha preso in simpatia il ragazzo e ha ordinato a Marco di proteggere la sua avanzata a qualsiasi costo.

Rufy ha in grandissima considerazione Barbabianca, perché chiunque fosse considerato da Ace una grande persona doveva per forza esserlo. Per questo lo ha difeso da Crocodile, il quale ha tentato di ucciderlo non appena ne ha avuto la possibilità.

Isola degli uomini-pesce Modifica

Tutta l'isola degli uomini-pesce considerava Barbabianca come un salvatore perché imponendo la sua protezione scoraggiò le altre ciurme dal rapire gli abitanti per venderli come schiavi. Per questo Jinbe ha deciso di schierarsi dalla sua parte a Marineford, rinunciando così al titolo di membro della Flotta dei sette.

Nemici Modifica

Marina Modifica

Barbabianca stimava Garp e Sengoku ed era a sua volta stimato dai due. Tutti gli altri marine per lui erano solo dei ragazzini che non si meritavano il suo rispetto. Sakazuki, in particolare, si è attirato le ire di Barbabianca per avere ucciso Ace.

Imperatori Modifica

Shanks Modifica

Shanks contro Barbabianca

Barbabianca e Shanks si scontrano.

Nonostante fossero nemici, Barbabianca e Shanks si rispettavano a vicenda, anche se Barbabianca considerava quest'ultimo un principiante, perché era molto più vecchio di lui. Shanks ha impedito a Kaido di attaccare Barbabianca mentre quest'ultimo si preparava ad affrontare la Marina. Inoltre è giunto in rinforzo dei suoi uomini a Marineford, ha ottenuto da Sengoku i cadaveri di Ace e Barbabianca ed ha partecipato ai loro funerali.

Marshall D. Teach Modifica

Marshall D. Teach era in passato uno degli uomini di Barbabianca, finché non uccise uno dei suoi compagni, Satch. In seguito Teach ha sconfitto e consegnato Ace alla Marina. A Marineford, Barbabianca ha rinnegato Teach come suo figlio.

Altri Modifica

Gol D. Roger Modifica

Barbabianca e Roger

L'ultimo incontro tra Barbabianca e Roger.

Nonostante i due fossero stati rivali, Gol D. Roger ed Edward Newgate si rispettavano profondamente. Poco prima che Roger morisse i due bevvero assieme e il re dei pirati si offrì di svelargli come raggiungere Raftel, ma Barbabianca preferì conoscere il mistero celato dietro alla D. contenuta nel suo nome.

Edward Weeble Modifica

Edward Weeble sostiene di essere il figlio biologico di Barbabianca anche se molti dubitano della veridicità di tale affermazione. Insieme alla madre cerca di ottenere la fortuna di Newgate a causa della loro convinzione di esserne i legittimi eredi, al punto che stanno dando la caccia ai sopravvissuti dell'equipaggio ed ai loro alleati per reclamarla. Weeble vuole anche vendicare la morte di Barbabianca uccidendo Teach.

Bakkin Modifica

Bakkin è l'autoproclamatasi amante di Newgate e madre di Edward Weeble. Inoltre è convinta che entrambi siano gli eredi legittimi della fortuna di Newgate. Non è noto se le sue affermazioni circa la relazione con Barbabianca siano veritiere.

Forza e abilità Modifica

Barbabianca ferma nave

Barbabianca ferma l'avanzata di una nave con un solo braccio.

Il potere di Barbabianca era così immenso che solo poche persone avevano il coraggio di sfidare lui o la sua ciurma. Barbabianca deteneva il titolo di "uomo più forte del mondo" per la sua ineguagliabile potenza ed era una delle pochissime persone ad avere tenuto testa al re dei pirati in combattimento.

Era uno dei quattro imperatori e perciò aveva autorità nel Nuovo Mondo. La sua reputazione era tale che gli bastò una semplice dichiarazione per fare terminare le scorribande dei pirati che affliggevano da tempo l'isola degli uomini-pesce. In confronto il trattato che l'isola e il Governo Mondiale avevano stipulato duecento anni prima non fu altrettanto efficace.

Edward Newgate era il capitano di una ciurma vastissima che contava oltre milleseicento uomini ripartiti in sedici divisioni, ognuna guidata da un comandate incredibilmente potente. Altra testimonianza del suo potere è il fatto che il Governo Mondiale sia ricorso a tutte le sue forze e a schierare in campo anche la Flotta dei sette per affrontarlo.

Oltre alle sue doti di combattente, Barbabianca era uno stratega eccezionale, allo stesso livello di Sengoku. Con il suo ingegno ha impedito ai Pacifista di intrappolare i suoi alleati ed è riuscito ad oltrepassare la cinta muraria che circondava la baia di Marineford.

Capacità fisiche Modifica

Nella breve lotta con Shanks, i due hanno incrociato le loro armi e l'impeto ha fatto dividere in due il cielo. Barbabianca ha bloccato il fendente del viceammiraglio John Giant col suo bisento e l'avanzata della nave a pale motrici con a bordo i Pirati dell'Aracnovortice con una sola mano.

Durante la guerra per la supremazia‎, si è sbarazzato senza problemi delle decine di marine che hanno provato a fermarlo. In particolare ha sconfitto i viceammiragli Ronse e John Giant, due giganti, con un solo colpo ciascuno potenziato dal suo frutto del diavolo.

La sua resistenza fisica era tale da consentirgli di continuare a combattere dopo avere ricevuto ferite generalmente mortali, come una spada nel petto e metà volto distrutto. Nel corso della sua intera vita è sopravvissuto a duecentosessantasette ferite di armi da taglio, centocinquantadue colpi di pistola e quarantasei cannonate.

Possedeva anche una velocità e un'agilità notevoli, al punto da arrivare vicino ad Akainu senza che quest'ultimo se ne accorgesse, prima che i suoi sottoposti lo allarmassero. Questa capacità è ulteriormente sottolineata dal fatto che Akainu aveva già dimostrato di possedere un udito straordinario.

Barbabianca aveva problemi di salute principalmente dovuti all'età. Al di fuori della battaglia era circondato da infermiere ed attaccato a tubi per l'ossigeno. Nonostante questo riusciva a bere interi barili di rum senza difficoltà. Marco ha notato che, per colpa dell'età, Barbabianca non ha saputo evitare l'attacco di Squardo, mentre anni prima l'avrebbe schivato senza problemi.

Frutto del diavolo Modifica

Lente Per maggiori informazioni, vedere Gura Gura
Gura Gura

Barbabianca utilizza i poteri del frutto Gura Gura.

Barbabianca aveva mangiato il Gura Gura, un frutto del diavolo di tipo Paramisha che gli aveva donato la capacità di produrre onde d'urto con cui generare maremoti e terremoti; inoltre tali onde potevano diffondersi anche nell'aria, distruggendo qualsiasi cosa incontrassero. Secondo le parole di Sengoku, questo frutto potrebbe anche distruggere il mondo intero.

Ambizione Modifica

Barbabianca era una delle poche persone ad essere in grado di utilizzare tutti e tre i tipi di Ambizione.

Con l'Ambizione della percezione è riuscito a prevedere tutti i tentativi di Ace di ucciderlo, anche mentre dormiva. A Marineford ha percepito l'attacco di Crocodile, ma non si è mosso perché aveva previsto che Rufy l'avrebbe intercettato. Per colpa dell'età, però, non è riuscito ad accorgersi dell'imminente attacco di Squardo.

Mediante l'uso dell'Ambizione dell'armatura, Newgate poteva colpire i possessori di frutti Rogia. Anche gli squarci nel cielo avvenuti durante lo scontro con Shanks erano dovuti all'uso di tale Ambizione da parte dei due.

Sapeva utilizzare anche l'Ambizione del re, come rivelato da Fossa.

Armi Modifica

Barbabianca combatteva con un bisento adatto alle sue dimensioni ed era abilissimo nel suo uso. Nonostante fosse già un'arma temibile, Barbabianca poteva usarlo assieme al suo frutto del diavolo per aumentare il danno che riusciva ad infliggere.

Tale arma è estremamente resistente, dato che non ha subito danni venendo colpita da un lapillo vulcanico di Akainu ed ha resistito ad un fendente a due mani del viceammiraglio John Giant.

Storia Modifica

Passato Modifica

Barbabianca isola uomini-pesce

Barbabianca difende l'isola degli uomini-pesce.

Newgate era membro di un equipaggio e sosteneva di non essere interessato ai tesori, ma a formare una famiglia, desiderio che aveva fin da piccolo.[3]

Qualche tempo prima di consegnarsi alla Marina, Roger incontrò Barbabianca. I due bevvero assieme e Roger gli chiese se fosse interessato allo One Piece, ma Newgate preferì che gli rivelasse il significato della D. presente nel suo nome.

Qualche tempo dopo la morte di Roger, Shiki raggiunse la Moby Dick per proporre un'alleanza a Barbabianca con l'obiettivo di conquistare il mondo intero, ma Newgate la rifiutò. Con la morte di Roger, Barbabianca iniziò ad essere definito l'uomo più forte del mondo perché era stato l'unico in grado di tenere testa al re dei pirati.

In seguito Barbabianca giunse sull'isola degli uomini-pesce e la dichiarò un proprio territorio in nome della sua amicizia con re Nettuno. Così facendo ristabilì la pace nel regno perché nessuna ciurma osò più rapire la popolazione o causare danni per paura della vendetta dell'imperatore. Per anni poi non compì grandi imprese.[5] Successivamente sconfisse duramente Crocodile.

Ace cerca di assassinare Newgate

Ace cerca di assassinare Barbabianca.

Un giorno Barbabianca lesse sul giornale di Portuguese D. Ace, un pirata che stava guadagnandosi velocemente una grande fama e che aveva addirittura rifiutato un posto nella Flotta dei sette. Qualche tempo dopo, avendo appreso la notizia che Ace lo cercava per sfidarlo, Barbabianca lo raggiunse ed accettò il duello. Lo scontro fu di brevissima durata, ma Newgate notò il talento del giovane e lo fece imbarcare sulla sua nave. Dopo molti tentativi a vuoto di ucciderlo, Ace accettò di unirsi alla ciurma.

Ace raccontò a Barbabianca di essere figlio di Roger, credendo che sarebbe stato cacciato, ma Newgate si limitò a ridere. Quest'ultimo decise così di proteggerlo a sua insaputa facendolo restare sulla sua nave, essendo venuto a conoscenza che la Marina aveva scoperto anch'essa che Ace era figlio del re dei pirati.[6] In seguito Ace divenne il comandante della seconda divisione.

Circa un anno prima dell'inizio della narrazione, Marshall D. Teach, che faceva parte della divisione di Ace, uccise il comandante della quarta divisione Satch per impadronirsi del frutto Dark Dark che aveva trovato e poi fuggì. Ace, infuriato, decise di dargli la caccia personalmente, e Barbabianca cercò di dissuaderlo, ma senza successo.

Saga di Arlong Park Modifica

Ace mostra la taglia di Rufy a Barbabianca, rivelandogli si tratti di suo fratello minore.

Saga di Jaya Modifica

Rockstar sale sulla Moby Dick per consegnare a Barbabianca una lettera del suo capitano. Infastidito che Shanks gli abbia inviato una lettera invece di presentarsi di persona, Barbabianca la straccia senza nemmeno leggerla, pretendendo di parlare faccia a faccia con il suo interlocutore.

Saga dopo Enies Lobby Modifica

Shanks raggiunge Edward Newgate sulla Moby Dick portandogli in dono molto sake; gli chiede poi di richiamare Ace, ritenendo che non sia in grado di affrontare Barbanera. Barbabianca ignora il consiglio e la discussione sfocia in un breve scontro, al termine del quale Shanks se ne va.

Saga di Impel Down Modifica

Nei giorni precedenti all'esecuzione di Ace, numerose navi della Marina sorvegliano gli spostamenti della ciurma di Barbabianca. Quello stesso giorno, però, vengono tutte affondate in modo da cogliere impreparati i vertici della Marina.

Saga di Marineford Modifica

Barbabianca arriva a Marineford

Barbabianca arriva a Marineford per salvare Ace.

Qualche ora prima che Ace venga giustiziato, Barbabianca si presenta a Marineford con tutta la sua ciurma e quarantatré navi alleate. Mentre queste ultime giungono di fronte alla baia principale, presidiata da numerose navi della Marina, Barbabianca fa il suo ingresso nella baia con quattro imbarcazioni rivestite.

Immediatamente usa il suo frutto del diavolo per generare due tsunami diretti verso le coste dell'isola, capaci di spazzare via le migliaia di marine che vi sono posizionate. Le due onde però vengono ghiacciate da Aokiji, che tenta anche di scagliare due lance di ghiaccio contro il nemico, ma Barbabianca le frantuma ricorrendo ancora al proprio potere.

Gura Gura bolla

Barbabianca sconfigge Ronse.

Quando Little Odr Junior parte alla carica, Barbabianca ordina ai suoi uomini di respingere gli attacchi diretti verso di lui, pur non condividendo la mossa del gigante. Nel frattempo Ronse cerca di colpirlo di sorpresa, ma l'imperatore lo sconfigge senza sforzo prima distruggendo la sua arma e poi schiantandogli la testa contro il ponte della sua nave.

Barbabianca contatta Squardo per dargli il comando delle ciurme alleate, ma non ricevendo risposta dà tale compito ai Decalvan.

Poco dopo l'arrivo sul campo di battaglia degli evasi da Impel Down, Rufy impedisce a Crocodile di attaccare Barbabianca e poi si rivolge a quest'ultimo senza paura affermando che sarà lui stesso a diventare il re dei pirati. Newgate rimane affascinato dalla spavalderia del giovane e uniscono le forze per raggiungere l'obiettivo comune: salvare Ace. Dopo che Rufy è partito alla carica, Barbabianca ordina a Marco di proteggerlo a qualsiasi costo.

Squardo trafigge

Squardo trafigge Barbabianca.

Con l'evolversi della battaglia, Barbabianca ordina ai capitani suoi alleati di dividersi in due schieramenti perché ha intuito il piano di Sengoku di farli confluire in un unico punto per poi attaccarli. Poco dopo, infatti, i Pacifista aggirano i pirati ed iniziano ad attaccarli da dietro, concentrandosi sulle ciurme alleate dell'imperatore.

Poco dopo Squardo lo raggiunge e a tradimento lo trafigge con la sua spada, accusandolo di avere venduto le sue ciurme alleate alla Marina, in cambio della liberazione di Ace. Incredibilmente la reazione di Barbabianca è solo quella di abbracciarlo e definirlo pazzo. Per dimostrargli che è stato ingannato, Newgate distrugge i muri di ghiaccio che circondano la baia, creando una via di fuga per chiunque non abbia più fiducia in lui.

John Giant sconfitto

Barbabianca sconfigge John Giant.

Poi si decide a scendere in campo di persona e parte alla carica. John Giant cerca di fermare la sua avanzata, ma Barbabianca prima gli fa perdere l'equilibrio inclinando l'intera Marineford e poi lo colpisce con un pugno in pieno petto, sconfiggendolo. Tenta anche di distruggere il patibolo su cui si trova Ace con un'onda d'urto, ma i tre ammiragli utilizzano l'Ambizione dell'armatura per proteggere la struttura.

In seguito la Marina innalza una barriera attorno alla baia e bombarda le navi con le meteore vulcaniche di Akainu; Barbabianca piange per l'affondamento della Moby Dick, che per decenni è stata la sua nave ammiraglia. Poi scaglia un'onda d'urto contro la barriera, che però regge all'impatto subendo solo una leggera ammaccatura. A questo punto decide di giocare il suo asso nella manica e urla ai suoi uomini di prepararsi. Dal centro della baia emerge una nave rivestita e tutti i pirati che si trovavano in acqua vi salgono a bordo; poi Little Odr Junior la solleva e la deposita nella piazza principale dell'isola. I pirati, in questo modo, riescono ad invadere l'isola.

Prima che Barbabianca possa scagliare un'altra onda d'urto, Aokiji lo rinchiude in un blocco di ghiaccio, ma senza successo perché l'imperatore usa le sue onde d'urto per liberarsi. Jaws interviene e si prepara ad affrontare l'ammiraglio, permettendo al suo capitano di proseguire l'avanzata.

Kizaru Barbabianca

Kizaru attacca Barbabianca.

Poco dopo, però, viene affrontato da Akainu e il duello si mantiene equilibrato finché, a causa dell'età avanzata, Barbabianca viene colto da un malore. Akainu ne approfitta per assestargli un colpo devastante al petto. Molti marine seguono il suo esempio e lo colpiscono con cannonate e spade; Barbabianca però rimane in piedi e li spazza via con un colpo del suo bisento. Subito dopo ordina ai suoi uomini di proteggere a qualsiasi costo la vita di Rufy, il quale è appena ricorso involontariamente all'Ambizione del re, convinto che possa fargli vedere il principio della nuova era.

Mentre Rufy raggiunge il patibolo su cui si trova il fratello e lo libera, Barbabianca impedisce all'ammiraglio Kizaru di fermarlo, ma viene colpito e da alcuni dei suoi raggi laser.

Squardo, deciso a farsi perdonare per la follia di poco prima, si precipita sulla piazza con una barca a pale motrici, in modo da coprire la fuga di tutti i suoi alleati. Barbabianca però ferma il vascello con un solo braccio, perché non vuole vedere morire uno dei suoi figli; infine ordina a tutti quanti di tornare nel Nuovo Mondo sani e salvi. Nonostante le proteste di tutti, sostiene di essere solo una reliquia dell'epoca precedente e comincia a radere al suolo l'isola di Marineford e ad affrontare tutti i marine che gli si parano davanti.

Barbabianca colpisce Akainu

Barbabianca attacca Akainu con rabbia.

Durante la fuga, Ace viene provocato e colpito mortalmente da Akainu. Barbabianca, nel comprendere che per il ragazzo non ci sono più speranze, piange e ripensa al loro primo incontro. Per questo Barbabianca attacca con tutta la sua forza l'ammiraglio, colpendolo ripetutamente con i suoi pugni potenziati, ma viene anche ferito e perde metà del volto. Il pirata crea una profonda spaccatura nel terreno in cui precipita Akainu e che lo separa dal resto dei suoi uomini e dei suoi alleati.

Ad un tratto, entrambi gli schieramenti si accorgono che qualcuno sta osservando gli scontri. Si tratta di Teach e dei suoi uomini, perciò Barbabianca decide di attaccarlo per vendicare la morte di Satch, avvenuta proprio per mano sua.

Barbabianca vs Ciurma Barbanera

Barbabianca viene ucciso dai Pirati di Barbanera.

Nonostante il primo tentativo di colpirlo con un pugno potenziato dal suo potere fallisca, Barbabianca colpisce il nemico alla spalla con il suo bisento e poi gli schianta la testa a terra. Barbanera, però, sopravvive, e ordina alla sua ciurma di ucciderlo. Barbabianca viene colpito da decine di proiettili e numerosi colpi di lame, finché i caricatori non si svuotano.

Barbabianca, in fin di vita, rivela a Teach che non è lui l'uomo che Roger sta aspettando. Poi si rivolge a Sengoku, avvisandolo che anche con la morte di Ace, arriverà di sicuro qualcun altro a ereditare la volontà di Roger e che quel giorno avrà inizio una guerra che coinvolgerà il mondo intero. Secondo le sue parole tutto avrà inizio quando qualcuno troverà "quel tesoro", ed infine rivela al mondo che lo One Piece esiste davvero. Dopodiché muore in piedi.

In seguito Shanks reclama il suo cadavere assieme a quello di Ace per dare loro una degna sepoltura.

Saga dopo la guerra Modifica

Barbabianca viene sepolto su un'isola imprecisata del Nuovo Mondo a fianco di Ace. Tutti i membri della sua flotta e i Pirati del Rosso assistono alla cerimonia funebre.

Differenze tra manga e anime Modifica

Saga di Marineford Modifica

Nell'anime, quando Akainu attacca Barbabianca dopo la morte di Ace, l'ammiraglio brucia solo una parte dei baffi dell'imperatore, mentre nel manga gli distrugge metà del volto. Inoltre, nell'anime, lo colpisce un'altra volta al torace e lo riempie di lava.

Il suo scontro con Barbanera è allungato e lo colpisce numerose volte con i pugni prima di utilizzare il suo bisento.

Curiosità Modifica

Edward Newgate capelli

Barbabianca senza bandana.

  • Oda ha disegnato nelle SBS del volume 86 come la gente pensa sia Barbabianca senza la sua bandana in testa.
  • Il nome "Edward" deriva dal vero nome del pirata Barbanera, ovvero Edward Teach.[7] "Newgate" è il nome di una prigione situata a Londra.
  • Il suo soprannome "Barbabianca" si riferisce in realtà ai suoi baffi. Questo perché in giapponese "hige" (ひげ, hige) può indicare sia la barba che i baffi.
  • L'aspetto fisico del personaggio è basato su quello del proprietario di un pub in cui Oda andava spesso. L'uomo sedeva al bancone con due tubi per respirare infilati nel naso, beveva sake chiamandolo "medicina" e raccontava storie di guerra.[8]
  • La sua risata tipica era "gurarara!", in analogia al nome del suo frutto del diavolo.
  • La morte di Barbabianca potrebbe essere ispirata a quella di Saitō Musashibō Benkei, che morì in piedi dopo avere ricevuto innumerevoli ferite in battaglia.

Note

  1. SBS volume 57.
  2. Vol. 59 capitolo 577 ed episodio 486.
  3. 3,0 3,1 One Piece Blue Deep: Characters World.
  4. SBS volume 76.
  5. gli abitanti di un'isola sconosciuta lo affermano mentre Ace viene condotto sul patibolo.
  6. Vol. 56 capitolo 551.
  7. SBS volume 49.
  8. One Piece Yellow: Grand Elements.

Navigazione Modifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.