FANDOM


Scopri altri articoli pronti alla lettura! Gente! Questo è un articolo fatto come si deve!

"Calgara" è un articolo completo ed esauriente!

Calgara era un grande guerriero degli Shandia di quattrocento anni fa. Wiper è un suo discendente.

Aspetto Modifica

Calgara statua.png

La statua di Calgara.

La caratteristica fisica più evidente di Calgara era la lunga chioma di capelli rossi che arrivava fino alle ginocchia. Aveva anche due tatuaggi rossi sulle spalle e le piccole ali sulla schiena tipiche della sua tribù. Al contrario degli Shandia attuali, che hanno sempre uno sguardo serio, Calgara spesso aveva un'espressione selvaggia, data dagli occhi penetranti e un ghigno che lo facevano assomigliare ad un demone.

Indossava pantaloni viola dallo stile simile a quelli dei nativi americani ed un gonnellino di foglie.

Carattere Modifica

Calgara era un forte sostenitore delle tradizioni della sua gente, al punto da essere disposto a sacrificare la vita della figlia per rispettare la volontà del suo dio. Il suo carattere cambiò molto dopo avere fatto amicizia con Noland, che gli insegnò molte cose che esistevano nel mondo al di fuori di Jaya. In particolare Calgara cominciò a considerare il suo dio per ciò che realmente era, cioè solo un enorme serpente.

Nonostante apparisse come un mostro o un demone ai suoi nemici Calgara era una persona molto leale e gentile con i suoi amici, come Noland, o come i suoi compagni di tribù.

Relazioni Modifica

Famiglia Modifica

Calgara famiglia.png

Calgara e la sua famiglia.

Non lo si vede molto interagire con sua moglie Herb, ma Calgara ha dimostrato di tenere molto alla sua famiglia. Calgara era un convinto sostenitore delle tradizioni; per questo era disposto a sacrificare la propria figlia per salvare la sua gente dalla piaga che li affliggeva; tuttavia dopo molte esitazioni ha voluto dare una possibilità a Noland di curare la malattia. Dopo che il villaggio venne salvato e non fu più necessario il sacrificio Calgara pianse dalla gioia e abbracciò forte sua figlia.

Montblanc Noland Modifica

Calgara e Noland ridono.png

Calgara e Noland.

Calgara sviluppò una profonda amicizia con Montblanc Noland, ma il loro rapporto fu segnato dall'incomprensione determinata dalle tradizioni troppo diverse dei due. All'inizio Calgara odiava Noland per ciò che aveva fatto; poi, avendo salvato la sua gente, Noland si guadagnò la fiducia di Calgara e i due divennero amici. Poco prima che gli stranieri ripartissero il rapporto fu nuovamente messo in crisi: gli esploratori avevano abbattuto la loro foresta sacra. Dopo avere scoperto le motivazioni dietro a quel gesto Calgara fece in tempo a raggiungere la nave che stava salpando e rinnovò la sua amicizia con Noland.

Quando Shandora venne sparata in cielo l'unico rammarico di Calgara fu quello di non avere più rivisto l'amico e che egli non lo avrebbe più ritrovato più ad aspettarlo al suo ritorno.

Set Modifica

Set ammirava molto Calgara ed era spesso al suo fianco. Quest'ultimo rimase senza parole quando scoprì che il ragazzo aveva contratto la febbre del legno.

Forza e abilità Modifica

Calgara era considerato il più forte guerriero Shandia ed aveva la stessa forza di Noland, il quale era riuscito da solo ad uccidere un possente Re del mare. Calgara stesso uccise un enorme serpente senza ricevere nessun aiuto. Il suo discendente Wiper e il pirata Zoro, la cui forza è riconosciuta da moltissimi personaggi, non sono riusciti a fare altrettanto con Nola, un serpente delle stesse dimensioni.

Armi Modifica

Così come molti altri guerrieri Calgara combatteva con una lancia. Era molto abile nel maneggiarla, al punto da riuscire con essa ad uccidere un gigantesco serpente. Inoltre certe volte utilizzava un'enorme palla di ferro legata ad una catena, in modo simile a Monkey D. Garp.

Storia Modifica

Passato Modifica

Calgare e Noland incontro.png

Calgara attacca Noland.

Quattrocento anni prima dell'inizio della narrazione sull'isola dove vivevano gli Shandia cadde una "maledizione" che cominciò ad uccidere la maggior parte degli abitanti del villaggio. Il loro sacerdote Pantri, prima di soccombere, rivelò che per fermare la strage era necessario sacrificare la più bella ragazza al loro dio. Per questo motivo venne scelta Musse, la figlia di Calgara, che accettò la sua sorte per il bene della comunità. Quando il grosso serpente stava per mangiarsela uno straniero apparve dal nulla ed uccise la divinità. Calgara affrontò Noland ma non riuscì a colpirlo finché l'altro non si distrasse.

Noland affermò di potere curare tutti quanti senza bisogno di ricorrere ad assurdi sacrifici umani e chiese che gli fosse dato tempo fino al tramonto del giorno successivo per dimostrarlo. Il capotribù accettò malgrado l'ostilità di Calgara, che rivelò che al primo segno di sventura sarebbe andato a cercare lo straniero e lo avrebbe ucciso.

Calgara uccide serpente.png

Calgara decide di ascoltare Noland.

Il giorno dopo un forte terremoto colpì l'isola, perciò Calgara tenne fede alla sua parola e andò a cercare il presunto responsabile dell'ira dei dio. Lo trovò intrappolato in una spaccatura del terreno che poi si era richiusa e lo derise per avere osato ostacolare la volontà divina. Fece la sua comparsa anche la figlia del serpente, ma Noland anziché preoccuparsi per sé insistette affinché Calgara portasse al villaggio le erbe che Noland aveva in mano e che le usasse per curare i malati. Calgara si convinse dell'onestà dell'uomo ed uccise la bestia. Quella stessa sera, curata l'epidemia, Noland e Calgara diventarono amici.

Calgara, ormai fidandosi di Noland, gli mostrò la città di Shandora, una città tutta d'oro che la sua tribù proteggeva da generazioni. In cambio della cura che aveva salvato molte persone Calgara permise ai suoi uomini di impossessarsi di tutto l'oro che riuscivano a prendere. Noland vide la grande campana d'oro il cui suono l'aveva attirato in una sera di tempesta. Calgara spiegò che il suono della campana serviva ad indicare la loro posizione.

Calgara foresta.png

Calgara non comprende le azioni dell'amico.

Tempo dopo gli Shandia scoprirono che Noland aveva ordinato l'abbattimento di molti alberi all'interno della foresta, tra cui gli alberi sacri degli Shandia, in cui essi ritenevano che si inserissero le anime degli antenati. Per questo motivo gli Shandia tornarono ad essere nuovamente ostili nei confronti degli uomini di Noland. La verità era che quegli alberi erano morti ed erano anch'essi infetti, per cui avrebbero potuto scatenare una nuova epidemia. Calgara scoprì la verità troppo tardi, quando Noland aveva già preso il largo per tornare in patria. Calgara non si perse d'animo e suonò la campana d'oro di Shandora per fare capire all'amico che sarebbe rimasto sempre lì ad attendere il suo ritorno.

Calgara e Sato cielo.png

Gli Shandia si apprestano a combattere gli invasori.

Un giorno una parte di Jaya venne lanciata in cielo dalla Knock Up Stream e finì in prossimità di Angel Island. La sua comparsa attirò l'attenzione del dio regnante sull'isola del cielo, che ordinò ai suoi uomini di attaccare gli stranieri per impossessarsi della loro terra. Calgara incitò i compagni a proteggere quest'ultima e morì eroicamente in battaglia.

Note

Navigazione Modifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale