FANDOM


Bramenko è il comandante della 6ª divisione dei Pirati di Barbabianca.

Aspetto Modifica

Bramenko è un uomo di buona statura e di robusta costituzione. Ha una carnagione di colore grigio, delle grosse labbra e due tasche nei pressi della zona del mento, probabilmente grazie a un frutto del diavolo. Indossa una salopette viola con disegnato il muso di un maiale e un tricorno pirata dello stesso colore con il simbolo dei Pirati di Barbabianca. Inoltre ha una fascia gialla alla vita ed è sprovvisto di un dente.

Carattere Modifica

Come tutti i suoi compagni di ciurma Bramenko è molto legato ai suoi compagni ed è disposto a rischiare la sua vita per salvare Ace. Dopo la morte di Barbabianca, scoppia in lacrime.

Forza e abilità Modifica

Essendo il comandante della sesta divisione, possiede una certa autorità su molti subordinati.

Bramenko possiede un'elevata forza fisica e lo dimostra quando utilizza un martello grande circa il doppio della sua stazza. Durante la battaglia di Marineford sconfigge una moltitudine di ufficiali della Marina con un colpo solo. Un'altra prova della sua forza è il fatto che sia riuscito a uscire illeso dalla battaglia, nonostante l'elevata presenza di personaggi pericolosi.

Frutto del diavolo Modifica

Bramenko possiede un'abilità, probabilmente legata ad un frutto del diavolo, che gli permette di immagazzinare qualunque tipo di oggetto in delle tasche poste nella zona del suo mento. Sono sconosciuti sia i limiti di questa abilità sia se se essa sia realmente legata ad un frutto del diavolo. Fino ad ora ha tirato fuori un unico oggetto, ovvero un martello gigante.

Armi Modifica

Bramenko riesce a immagazzinare nel suo corpo un martello di grandi dimensioni, circa il doppio di Bramenko stesso. L'arma, fatta di legno, assomiglia leggermente ad un tamburo e possiede un manico di ridotte dimensioni. Bramenko è molto abile ad utilizzarlo, come dimostrato quando utilizzando un solo colpo riesce a sconfiggere un notevole numero di marine.

Storia Modifica

Saga di Marineford Modifica

Bramenko attacca

Bramenko attacca alcuni marine.

Quando viene annunciato che Ace sarà giustiziato, Bramenko ed il resto dei Pirati di Barbabianca e dei loro alleati si precipitano a salvarlo.

Durante la battaglia Bramenko estrae un enorme martello da una tasca del suo corpo con cui colpisce diversi marine. Più tardi Bramenko e il resto della ciurma di Barbabianca raggiungono la piazza e continuano a combattere. Dopo aver visto Ace ferito a morte da Akainu, Bramenko rimane sconvolto e ordina ai suoi uomini di sparare all'ammiraglio.

In seguito piange insieme ai suoi compagni per la morte di Ace e Barbabianca. Dopo l'arrivo di Shanks e con Sengoku che dichiara la fine delle ostilità, Bramenko e il resto della sua ciurma lasciano l'isola.

Saga dopo la guerra Modifica

Bramenko, insieme alla flotta di Barbabianca e ai Pirati del Rosso, partecipa ai funerali di Newgate ed Ace in un'isola imprecisata nel Nuovo Mondo.

Salto temporale Modifica

Un anno dopo Bramenko e gli altri membri dei Pirati di Barbabianca si scontrano con i Pirati di Barbanera, ma vengono sconfitti e così iniziano a vivere nell'ombra.[2]

Curiosità Modifica

  • La sua abilità e l'uso di un martello come arma sembrano essere un riferimento alla famosa gag con la quale i personaggi tirano fuori oggetti enormi da spazi minuscoli, detta appunto "gag del martello".
  • Il martello usato da Bramenko potrebbe essere basato su un ōtsuchi, un grande martello di legno di origine giapponese, utilizzato per far breccia in luoghi protetti da cancelli o portoni.

Note

Navigazione Modifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.