FANDOM


Scopri altri articoli pronti alla lettura! Gente! Questo è un articolo fatto come si deve!

"Bellamy" è un articolo completo ed esauriente!

Bellamy è un ex membro dei Pirati di Don Quijote. In passato era il capitano dei Pirati di Bellamy.

Aspetto

Bellamy è un uomo alto con i capelli biondi spettinati e indossa dei pantaloni scuri, una giacca blu senza maniche e una fascia rossa sotto a un cinturone. Ha una lunga cicatrice sulla tempia sinistra, probabilmente dovuta alla punizione ricevuta da Do Flamingo a Jaya. Prima del salto temporale aveva solo una cicatrice vicino all'occhio destro, mentre in seguito ne ha due. Inoltre è diventato è più alto e robusto ed oltre ai tatuaggi simili ad occhi sulle braccia, si è fatto tatuare il Jolly Roger dei Pirati di Don Quijote sul petto. Occasionalmente porta anche degli occhiali da sole neri. Sogghigna sempre e tende a tirare fuori la lingua.

Prima del salto temporale indossava pantaloni bianchi, una fascia verde attorno alla vita, una maglietta rosa e un mantello da marinaio blu.

Quando si trovava nel mare settentrionale portava una semplice canottiera nera, una fascia in vita rosso scarlatto e dei pantaloni chiari.

Galleria

Carattere

Bellamy è crudele, violento e vanitoso, tanto da uccidere Roshio per una questione di poco conto. È anche arrogante e confida troppo in se stesso, infatti si sentiva sicuro di vincere contro Rufy. Attacca solo le persone che sa di potere battere. Questo in fin dei conti ha causato la sua sconfitta per mano di Rufy, che Bellamy credeva un debole non sapendo che aveva appena sconfitto Crocodile poco prima di arrivare a Jaya. Gli piace che la gente lo guardi mentre sconfigge le altre persone.

Inoltre ama deridere le altre persone e le loro sventure. Così come Don Quijote Do Flamingo, crede fermamente nella "nuova era della pirateria" e nel fatto che arriverà presto, sostituendo l'"era dei sogni delle persone", nella quale i pirati sognano di trovare lo One Piece e di diventare così re dei pirati. La sua convinzione nell'arrivo della "nuova era" lo porta a deridere chiunque abbia un sogno, come Rufy. Non ritiene possibile che ci sia qualcuno più forte di lui sull'isola di Jaya, infatti quando un ubriaco gli porta i manifesti con le taglie di Rufy e Zoro subito sospetta che siano false.

Bellamy ha guadagnato il suo soprannome per via del ghigno che ha sempre sul viso e per la sua reputazione nel derubare le ricchezze delle altre persone, come le iene rubano il cibo agli altri animali. Lui e Cirkeys solitamente attaccano pirati più deboli di loro, li sconfiggono senza pietà e a quel punto gli portano via tutte le cose di valore mentre li deridono. Bellamy, sbagliando, crede che una taglia rappresenti direttamente il livello di abilità di una persona, portandolo a credersi temibile nonostante la sua sia solo leggermente più alta di una tipica taglia della Rotta Maggiore. Per questo stesso motivo Bellamy si sente predestinato alla grandezza.

Nonostante la sua arroganza si comporta da codardo quando affronta qualcuno che è chiaramente superiore a lui; infatti, durante l'incontro con Do Flamingo, gli chiede più volte un po' di pietà, gettandosi in ginocchio di fronte a molte persone. Il fatto che volesse diventare un membro della Flotta dei sette mostra quanto il suo orgoglio fosse stato piegato.

Due anni dopo Bellamy perde molta della sua arroganza guadagnando un atteggiamento calmo. Non deride più la gente e la sua unica ambizione è diventare il braccio destro di Do Flamingo, qualcosa per cui ha lavorato duramente attaccando molti paesi in nome del suo capitano. Inoltre è diventato una persona molto più attenta avendo riconosciuto Rufy sotto il travestimento e, in segno di rispetto, gli ha detto che non avrebbe mai più riso di lui. Ha un forte senso dell'onore ed è rimasto disgustato quando ha scoperto che Tank Lepanto si è lasciato corrompere dal re di un altro regno. Inoltre è riluttante nell'uccidere Rufy dopo che Do Flamingo gli chiede di farlo.

Alla fine Bellamy comprende di avere gettato la sua vita nel momento in cui Do Flamingo lo insulta pesantemente e ne prende il controllo per attaccare Rufy, che si schiera dalla parte di Bellamy. Ciononostante Bellamy, dopo essere stato liberato dal controllo di Do Flamingo, decide comunque di sostenere il suo ultimo combattimento contro Rufy, l'altra unica persona che rispetta, dimostrando grosso orgoglio pur consapevole di avere ammirato fin da ragazzo la persona sbagliata.

Relazioni

Pirati di Bellamy

In quanto capitano dei Pirati di Bellamy ha tentato di inaugurare la "nuova era" dove i pirati non cercano tesori leggendari bensì quelli che si trovano nelle mani ai pirati più deboli. Tutti i membri della ciurma ammirano il loro capitano e sono nati nella città di Nortis. Hanno deciso di seguire Bellamy perché non amavano i confort della ricca città.

Quando Bellamy viene sconfitto i nuovi reclutati scappano terrorizzati senza sapere cosa fare e gli unici a rimanere sono i membri principali dell'equipaggio in quanto ancora sconvolti da quell'evento. Quando Do Flamingo costringe Bellamy e Cirkeys a combattere, gli altri membri della ciurma non intervengono per paura e confusione. A Dressrosa Bellamy riferisce di avere perso tutti i suoi amici riferendosi ai suoi vecchi compagni.

Don Quijote Do Flamingo

Bellamy brutalizzato da Do Flamingo.png

Bellamy viene brutalizzato da Do Flamingo.

Bellamy ha sempre provato grande ammirazione per Do Flamingo fin da quando era un ragazzino, tanto che dopo avere formato un suo equipaggio si è alleato con lui sfoggiando sulla sua nave il Jolly Roger dei Pirati di Don Quijote.

Do Flamingo si è recato a Mock Town dopo avere saputo della sua sconfitta e ha costretto Cirkeys ad attaccare Bellamy sostenendo che avesse disonorato la sua bandiera.

Dopo essere stato accolto da Do Flamingo nella sua ciurma, Bellamy diventa il suo seguace più fidato tanto che a Dressrosa viene definito il prediletto del re. Do Flamingo gli concede di diventare un ufficiale dei Pirati di Don Quijote se riuscirà a vincere il torneo al colosseo. Dopo la sua sconfitta gli concede un'altra possibilità se riuscirà ad uccidere Rufy prima della conclusione del torneo, ma in realtà è solo una copertura per permettere a Dellinger di ucciderlo. Anche se Bellamy è rimasto scottato da questo tradimento egli sostiene di rispettare ancora Do Flamingo e che non gli avrebbe mai voltato le spalle. Dopo avere chiesto spiegazioni al suo capitano viene controllato e schernito dal pirata, ma ciononostante quando Do Flamingo lo libera, Bellamy decide comunque di sostenere per orgoglio la sua ultima battaglia contro Rufy in modo che il suo capitano si ricordi almeno il suo nome.

Monkey D. Rufy

All'inizio Bellamy entra in contrasto con Rufy, Zoro e Nami, ritenendoli troppo deboli per fare parte della nuova era della pirateria. In seguito Rufy si presenta per sfidarlo a duello, in modo da riprendersi l'oro che Bellamy ha sottratto a Cricket. Rufy lo sconfigge con un colpo solo, umiliandolo.

Dopo il salto temporale Bellamy incontra Rufy nel colosseo di Dressrosa e gli rivela di non avere nessun rancore verso di lui. Quando Do Flamingo gli ordina di uccidere il pirata prima della fine del torneo, Bellamy si dimostra dispiaciuto dalla cosa anche se decide comunque di portare a termine la missione, anche se non ci riesce. Dopo che Bellamy viene malmenato, controllato ed insultato da Do Flamingo, Rufy si schiera dalla sua parte sostenendo che è un suo amico, ma nel momento in cui Bellamy viene liberato dal controllo, quest'ultimo decide di sostenere il suo ultimo combattimento con Rufy, che ammette essere l'altra unica persona che rispetta, per orgoglio.

Forza e abilità

Prima del salto temporale Bellamy era un combattente medio senza l'aiuto del suo frutto del diavolo dato che dipendeva molto da esso. Bellamy ha sconfitto facilmente Orangutan e Roshio, ma poi è stato battuto da Rufy con un solo pugno. Ha sempre pensato che la taglia rappresentasse il livello di combattimento di un pirata, difatti essendo aggiornato alle vecchie taglie ha pensato che Rufy, con una taglia di 30.000.000 Simbolo Berry.png, e Zoro, che invece non ce l'aveva, non erano alla sua altezza. In questo modo ha sempre pensato di essere più forte di quello che effettivamente era. Tuttavia possedeva abbastanza talento da essere accettato da Do Flamingo come suo alleato e da ottenere una taglia di 55.000.000 Simbolo Berry.png. Dopo il salto temporale le sue capacità sono complessivamente migliorate. È in grado di sopravvivere nel Nuovo Mondo guadagnandosi una taglia di 195.000.000 Simbolo Berry.png.

Intellettualmente è diventato più percettivo avendo riconosciuto Rufy nonostante il suo travestimento mentre la maggior parte dei concorrenti non ha capito chi è. Inoltre ha saputo scoprire come agisce il frutto di Bartolomeo dopo che alcuni suoi attacchi sono stati deviati. Prima di diventare un membro dei Pirati di Don Quijote non era molto intelligente e seguiva ciecamente gli ideali di Do Flamingo. In genere utilizzava tattiche subdole ed intimidiva i civili insieme alla sua ciurma per ottenere ciò che voleva.

Capacità fisiche

Nonostante preferisse utilizzare il suo frutto prima del salto temporale era abbastanza forte da distruggere un bar e da gettare un uomo adulto fuori da una finestra. Quando Do Flamingo è andato a Jaya per punirlo per avere disonorato la sua bandiera ha dimostrato di essere impotente di fronte a lui e infatti si è prostrato chiedendo pietà.

Dopo il salto temporale la sua forza è aumentata, al punto da diventare popolare nel colosseo. Si è dimostrato abbastanza forte da schiacciare il volto di un partecipante con una presa potente; inoltre molti concorrenti del suo blocco si sono alleati contro di lui considerandolo il più forte rivale.

Frutto del diavolo

Coil Coil.gif

Il frutto Coil Coil all'opera.

Lente.png Per maggiori informazioni, vedere Coil Coil

Bellamy ha mangiato il frutto Coil Coil di tipo Paramisha che gli dona l'abilità di trasformare qualunque parte del corpo in molle. Trasformando le proprie gambe in molle è in grado di saltare a grandi altezze e rimbalzare ad alta velocità al punto quasi di scomparire.

Prima del salto temporale in battaglia Bellamy faceva molto affidamento sul suo potere, al punto di ritenersi invincibile quando lo usava, e il suo stile di combattimento principale consisteva nell'utilizzare la velocità per aumentare la forza dei suoi colpi e nel disorientare gli avversari con i suoi movimenti rapidi e il suono assordante delle sue molle. Al massimo della sua potenza Bellamy riusciva a rompere parti di edifici semplicemente saltandoci sopra.

Dopo il salto temporale ha mostrato nuovi utilizzi del suo frutto, come la capacità di trasformare il braccio in una molla e rilasciarlo per sferrare un potente pugno. Ha dimostrato di sapere sfruttare il suo frutto per migliorare i suoi salti, evitare attacchi e avvicinarsi al nemico a gran velocità.

Ambizione

Durante la sua battaglia contro Rufy al palazzo reale di Dressrosa Bellamy dimostra di sapere utilizzare l'Ambizione dell'armatura.

Armi

Bellamy ha utilizzato un coltello ed una pistola per attaccare violentemente Roshio e, durante il blocco B, un paio di coltelli per inchiodare Abdullah e Jeet al suolo ed immobilizzarli. Mentre era controllato da Do Flamingo ha anche utilizzato due spade per attaccare Rufy.

Storia

Passato

Bellamy e suoi compagni nacquero a Nortis nel mare settentrionale, ma trovando noiosi gli agi della ricca città decisero di partire per diventare pirati. In seguito incontrarono Do Flamingo, che Bellamy stimava e rispettava da bambino, il quale dette a lui e alla sua ciurma la possibilità di adottare il suo simbolo a patto di non disonorarlo.

Con il passare del tempo Bellamy si guadagnò una taglia e una pessima fama. Ad un certo punto la ciurma raggiunse Jaya e provò a reclutare altri pirati in vista della "nuova era".

Saga di Jaya

Nel bar dell'isola si scontra con Roshio che lo ha battuto a poker; Bellamy lo accusa di avere barato, cosa non vera, così lo malmena e lo scaraventa fuori da una finestra. Mentre la ciurma di Roshio cerca di portare via il proprio capitano, Bellamy li raggiunge con un salto e uccide il suo rivale.

Poco dopo questo scontro Rufy, Zoro e Nami entrano in quello stesso bar per chiedere se qualcuno conosce un modo per raggiungere l'isola nel cielo. Subito tutti i clienti scoppiano a ridere e Bellamy prende la parola. Afferma che queste leggende sono solo per i folli e che i veri pirati dovrebbero lasciarle perdere. Queste parole fanno infuriare Rufy, ma consapevole che uno scontro su questo argomento sarebbe inutile, decide di non combattere e ordina a Zoro di fare altrettanto. A queste parole Bellamy e la sua ciurma decidono di attaccarli e umiliano il duo. Per tutto il tempo Rufy e Zoro rimangono impassibili e alla fine tocca a Nami trascinare fuori i suoi due compagni.

In seguito, Rufy e la sua ciurma fanno la conoscenza di Montblanc Cricket il quale, così come Rufy, crede fermamente che l'isola nel cielo esista davvero. Quella stessa notte, mentre i Pirati di Cappello di paglia sono nella foresta per catturare un South Bird, Bellamy e la sua ciurma attaccano, sconfiggono e lasciano in pessime condizioni Cricket e i suoi amici, rubandogli tutto l'oro. Quando Rufy scopre cos'è accaduto torna deciso al bar dove aveva incontrato Bellamy per la prima volta.

Rufy sconfigge Bellamy.png

Rufy sconfigge Bellamy.

Proprio in quel bar Bellamy e i suoi uomini si stanno vantando del raid ai danni di Montblanc Cricket. Ad un certo punto un uomo entra di corsa portando con sé delle taglie e afferma che Bellamy è in grave pericolo: i due uomini che quella mattina sono stati aggrediti sono Roronoa Zoro e Monkey D. Rufy, su cui pendono delle taglie rispettivamente di sessanta e cento milioni. Bellamy sostiene che quei manifesti siano solo dei falsi preparati apposta da quei due per spaventare le persone, cosa già fatta in passato da pirati che poi si scoprivano essere molto deboli. Questa teoria tranquillizza le persone presenti per qualche istante, subito prima che l'urlo di Rufy spaventi nuovamente tutti quanti. Sentendo la sua voce Bellamy esce e sfida Rufy a duello.

Bellamy utilizza nuovamente il suo potere per raggiungere Rufy, che lo aspetta in cima a una torre. Da lì fa crollare la torre stessa con la forza delle sue gambe e dopo un rimbalzo si lancia contro Rufy, il quale da parte sua non ha ancora mosso un dito contro l'avversario. A questo punto Bellamy decide di finire in fretta il duello: comincia a rimbalzare sulle case che circondano la piazza sempre più velocemente fino quasi a diventare invisibile all'occhio umano.

Mentre prepara il suo attacco Bellamy continua a insultare Rufy e Cricket riguardo alle loro idee e alla loro convinzione che l'isola nel cielo esista. All'improvviso Bellamy si lancia contro Rufy, ma il ragazzo lo colpisce con un pugno in testa e lo lascia a terra privo di sensi e con un vistoso segno sulla tempia. Le reclute della sua ciurma si rendono conto che la taglia di Rufy non è affatto esagerata e fuggono via subito.

Saga di Skypiea

Cirkeys vs Bellamy.png

Do Flamingo costringe Bellamy e Cirkeys ad affrontarsi.

In seguito Don Quijote Do Flamingo si presenta a Jaya e costringe Bellamy e Cirkeys a combattere tra loro, controllando con i suoi poteri quest'ultimo, per punirlo di avere disonorato la sua bandiera con la sconfitta subita contro Rufy. Bellamy implora il perdono, sostenendo che il suo obiettivo sia quello di arrivare un giorno proprio dove ora si trova Do Flamingo, e prega inutilmente per un po' di pietà affinché gli dia un'altra possibilità.

Tuttavia Do Flamingo non si impietosisce, rinfaccia a Bellamy la sua inutilità e costringe Cirkeys a dargli il colpo di grazia. Dopodiché abbandona l'isola lasciando il resto dell'equipaggio disperato.

Dopo la sua punizione Bellamy decide di raggiungere l'isola nel cielo insieme alla sua ciurma, tuttavia molti dei suoi compagni non riescono a sopravvivere. A Skypiea recupera una colonna d'oro e torna nel mare blu offrendola a Do Flamingo, il quale gli concede di entrare nella sua ciurma.

Saga di Dressrosa

Bellamy sconfigge Abdullah e Jeet.png

Bellamy sconfigge Abdullah e Jeet.

Bellamy partecipa al torneo del colosseo di Dressrosa con l'obiettivo di vincerlo per diventare ufficiale della ciurma come promessogli dal suo capitano.

Una volta iniziati i combattimenti del blocco B, a cui appartiene, Bellamy affronta Tank Lepanto, ma lo scontro si interrompe prima che ci sia un vincitore. In seguito attacca Abdullah e Jeet riuscendo a sconfiggerli.

Quando rimangono solo trenta concorrenti in gara Bellamy decide di attaccare Bartolomeo, tuttavia ogni volta che cerca di colpirlo finisce per farsi male da solo impattando contro qualcosa di invisibile. Prima che possa fare l'ennesimo tentativo Elizabello II scaglia il suo micidiale pugno che travolge la maggior parte dei nemici, compreso Bellamy, eliminandoli.

Dopo essere tornato nei sotterranei del colosseo viene raggiunto da Diamante, che gli consegna una lettera di Do Flamingo nella quale gli viene richiesto di assassinare Rufy prima della fine del torneo in cambio di un posto come ufficiale della famiglia. Bellamy sembra turbato e titubante ad eseguire l'ordine visto che si ricorda come il pirata abbia tifato per lui durante il blocco B.

Bartolomeo Dellinger.png

Bartolomeo vanifica il tentativo di Dellinger di uccidere Bellamy.

Mentre si sta svolgendo il blocco D, Bellamy scorge Rufy intento a parlare con Zoro e Kin'emon, così si avvicina a lui con l'intenzione di ucciderlo. In quel momento viene raggiunto da Dellinger, che gli rivela inavvertitamente che Do Flamingo gli ha ordinato di ucciderlo nel caso in cui avesse fallito ancora una volta. Dellinger attacca e ferisce gravemente Bellamy, ma prima che possa ucciderlo Bartolomeo interviene innalzando una barriera tra lui e il suo avversario. Appena Dellinger si allontana per svolgere un'altra missione Bartolomeo decide di portare Bellamy in infermeria; Bellamy però rinuncia a seguirlo.

Dopo essersi ripreso Bellamy raggiunge la cima del palazzo reale e chiede spiegazioni a Do Flamingo riguardo all'ordine dato a Dellinger. Do Flamingo lo deride per la sua inutilità e lo colpisce senza pietà, lasciandolo in fin di vita ai suoi piedi. Quando Rufy, giunto di fronte a loro, tenta di colpire Do Flamingo, quest'ultimo prima usa Bellamy come scudo e poi lo manipola con i suoi poteri, spingendolo a combattere contro il pirata.

Rufy sconfigge Bellamy di nuovo.png

Rufy sconfigge per la seconda volta Bellamy.

Rufy finisce al piano inferiore e viene raggiunto sia da Bellamy che dal clone di Do Flamingo; con molta fatica riesce comunque a distruggere quest'ultimo, ma continua a cercare di non ferire Bellamy. Do Flamingo decide di liberarlo dal suo controllo, ma a quel punto Bellamy sceglie di difendere il proprio orgoglio continuando volontariamente ad attaccare Cappello di paglia. Dopo essere stato colpito alcune volte Rufy decide di porre fine al duello colpendolo al volto e lasciandolo a terra privo di sensi.

Quella sera, dopo che Rufy è riuscito a sconfiggere Do Flamingo, Bellamy viene portato nella casa di Kyros da Law per potersi riposare. Dopo tre giorni si vede costretto ad abbandonare l'isola insieme ai Pirati di Cappello di paglia, ai samurai di Wa e a Law per evitare di essere catturato dalla Marina. Una volta al porto il gruppo si imbarca sulla Yonta Maria assieme ai gladiatori che si sono schierati dalla parte di Rufy e prende il largo. Bellamy prende un pezzo della Vivre Card di Rufy da utilizzare in caso di bisogno, dopodiché decide di iniziare a viaggiare da solo.

Differenze tra manga e anime

Saga di Jaya

Lo scontro tra Bellamy e Roshio è stato molto più violento nel manga; Bellamy pugnala Roshio alla mano trafiggendogliela e piantando la punta del coltello nel tavolo. Poi Bellamy gli spara ad un ginocchio e gli rompe una bottiglia di liquore in testa. Infine Cirkeys gli lancia un fiammifero acceso, dandogli fuoco. Roshio infine viene lanciato fuori da una finestra.

Nell'anime Bellamy semplicemente gli afferra il polso e glielo stringe, poi gli spara e lo lancia fuori dalla finestra.

Curiosità

  • Bellamy prende il nome da Samuel Bellamy, un pirata vissuto all'inizio del 1700.
  • La rissa al pub tra Rufy, Zoro, Bellamy e la sua ciurma ricorda molto il precedente scontro tra Shanks e Higuma. Così come l'imperatore aveva deciso di non combattere il bandito Rufy decide di non fare niente contro Bellamy.
    • Un altro confronto può essere fatto con Kidd: egli infatti ha affermato di avere ucciso chiunque aveva avuto il coraggio di deridere il suo sogno, che è tutto il contrario del modo in cui si sono comportati Rufy e Zoro.

Note

Navigazione

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale