FANDOM


Aladin è un tritone di tipo brotula e il terzo ed attuale capitano dei Pirati del Sole.

Aspetto Modifica

Aladdin

Aladin dodici anni fa.

Aladin è un tritone alto e muscoloso. Ha gli occhi molto piccoli, i capelli neri legati in una coda di cavallo e una barba dello stesso colore. La sua lunga coda è marrone nella parte superiore e viola in quella inferiore.

Indossa una giacca senza maniche nera con il Jolly Roger dei Pirati del Sole sulla schiena. Quest'ultimo lo ha tatuato anche sulla parte sinistra dell'addome, che copre il marchio dei draghi celesti, mentre sul braccio sinistro ha tatuata la sigla "1TC".

Dopo il salto temporale, porta la barba più lunga, ha una cicatrice sulla fronte e alcune piccole rughe intorno agli occhi e alla bocca. Indossa un cinturone a tracolla verde chiaro per portare con sé il suo tridente, un paio di orecchini bianchi e una giacca blu appoggiata sulle spalle.

Carattere Modifica

Aladin ha molto autocontrollo e sangue freddo. Dato il suo passato, capisce il trauma subito da Koala. Sembra non avere l'odio per gli umani di Arlong, o almeno è capace di distinguere tra le persone e non odia indiscriminatamente tutti gli umani. Inoltre, nonostante sia stato uno schiavo, si occupa di controllare la salute del nobile mondiale Myosgard, anche se solo per ordine di Otohime.

È anche molto comprensivo e sembra non ami fare il pirata.[2]

Relazioni Modifica

Ciurma Modifica

Sembra andare d'accordo con tutta la ciurma. Non lo si è mai visto litigare con nessuno dei suoi compagni e ha dimostrato grande devozione per Fisher Tiger. Arlong lo chiama fratello, ma non è chiaro se questo sia un segno di rispetto o semplicemente lo faccia in quanto Aladin non è un umano. Ha un rapporto di grande amicizia con Jinbe.

Famiglia Modifica

Disambiguazione Per le relazioni familiari complete, vedi famiglia Charlotte

Aladin si è sposato con Charlotte Praline diventando quindi un membro acquisito della famiglia Charlotte. Sembra essere succube sia dell'affetto che della gelosia della moglie, e quest'ultima ha dichiarato che se dovesse scegliere tra lui e sua madre, sceglierebbe sempre Aladin.

Forza e abilità Modifica

Come capitano dei Pirati del Sole, ha autorità sui membri di una famigerata ciurma. In passato era il medico di bordo, anche se ora sembra che ci sia un altro membro a occuparsi di questo ruolo.[3]

Capacità fisiche Modifica

Come tritone, Aladin possiede le abilità tipiche della sua razza, come la capacità di respirare sott'acqua e la forza dieci volte superiore a quella di un comune umano sulla terraferma e venti volte se in acqua. Inoltre può nuotare molto velocemente e comunicare con i pesci.

Visto che è stato scelto come successore di Jinbe, deve essere molto forte, ben sopra la media dei comuni tritoni. Ha dato prova di essa affrontando brevemente Charlotte Oven, membro di spicco dei Pirati di Big Mom.

Arti marziali dei tritoni Modifica

Lente Per maggiori informazioni, vedere jujutsu dei tritoni

Aladin sa usare il jujitsu dei tritoni.[4]

Armi Modifica

Aladin usa un tridente ed è probabile che sia molto abile con esso.

Storia Modifica

Passato Modifica

Aladin crebbe nel quartiere degli uomini-pesce e divenne un soldato dell'Armata di Nettuno. Tuttavia un giorno venne catturato dagli umani e venduto come schiavo ai nobili mondiali.

Tredici anni prima dell'inizio della narrazione, Fisher Tiger assaltò Marijoa e lo liberò assieme agli altri prigionieri. Quando quest'ultimo decise di formare una ciurma, Aladin aderì e divenne così un membro dei Pirati del Sole. L'equipaggio affrontò e sconfisse i marine e altre ciurme lungo la Rotta Maggiore numerosissime volte. Durante uno scontro, depredarono di denaro, gioielli e provviste la nave di Kadal, prima di affondarla.

Fisher Tiger muore

Aladin assiste Tiger morente.

Tre anni dopo, una bambina ex schiava di nome Koala, fu accolta sulla loro nave affinché potesse essere riportata alla sua isola natale, Full Shout. Dopo averla restituita ai suoi familiari, i Pirati del Sole furono vittime di un'imboscata della Marina a seguito del quale la loro nave fu attaccata, costringendo la ciurma ad abbandonarla, per questo si impadronirono di una della nave da guerra della Marina. Fisher Tiger subì numerose ferite così Aladin cercò di curarlo convincendolo a ricevere una trasfusione di sangue umano. Il capitano si rifiutò di sopravvivere in quel modo e raccontò a tutti del suo passato di schiavo. Prima che egli morisse, Aladin gli disse che sarebbe stato per sempre ricordato come l'eroe dell'isola degli uomini-pesce.

Aladin e il resto dei Pirati del Sole furono poi testimoni del tentativo di Arlong di avere vendetta e passarono sotto il comando di Jinbe. Leggendo il giornale, Aladin scoprì che Arlong era stato catturato e che mentì alla Marina sul modo in cui Tiger era morto, affermando fosse avvenuto a seguito del rifiuto degli umani di donare il loro sangue. Ipotizzò quindi che l'avesse fatto per difendere il suo onore.

Dopo l'ingresso di Jinbe nella Flotta dei sette, i Pirati del Sole si recarono a Impel Down per riprendere con loro Arlong. Aladin fu poi testimone delle defezioni che subì la ciurma.

Due anni dopo, un nobile mondiale naufragò sull'isola degli uomini-pesce. Nonostante fosse gravemente ferito, cercò di prendere in ostaggio Otohime, ma l'apparizione dei Re del mare chiamati involontariamente da Shirahoshi lo fece svenire per la paura. Aladin, su ordine della regina, curò le sue ferite e fece lo stesso per la regina, ferita ad un braccio da un proiettile.

Aladin Jinbe funerale

Aladin e Jinbe al funerale di Otohime.

Un giorno in cui Otohime stava raccogliendo le firme per la sua petizione, qualcuno le sparò, uccidendola. Aladin si guardò attorno cercando di capire da che parte fosse giunto il proiettile, ma senza successo, finché Hody Jones non mostrò il cadavere di un pirata umano come colpevole. In seguito partecipò al funerale della regina e guardò il discorso di Fukaboshi attraverso una trasmissione televisiva, in cui il principe affermava che lui e i suoi fratelli avrebbero portato avanti la causa della madre.

Salto temporale Modifica

Aladin sposa Charlotte Praline e così facendo i Pirati del Sole entrano a fare parte della flotta di Big Mom.

Saga di Whole Cake Island Modifica

Aladin, immerso sott'acqua, vede la Thousand Sunny e lo comunica a Jinbe. Quest'ultimo esprime alla sua ciurma il desiderio di entrare a fare parte di quella di Cappello di paglia e Aladin appoggia la sua scelta come l'intero equipaggio. Quando però scopre che per abbandonare la flotta di Big Mom dovrebbe sacrificare i propri compagni, Jinbe informa Aladin e gli altri che avrebbe aiutato Rufy ammutinandosi e tradendo LinLin e raccomanda loro di lasciare l'isola all'inizio del banchetto.

In seguito propone alla sua ciurma di aiutare Jinbe a fuggire dall'arcipelago e iniziare così la sua nuova avventura, nonostante ci sia il rischio di morire.

Pekoms Pirati del Sole

I Pirati del Sole e Praline si prendono cura di Pekoms.

Due giorni dopo, Aladin, insieme a Praline e gli altri membri dei Pirati del Sole, si occupa di Pekoms facendo sì che non interferisca con il piano di Rufy e Bege, che stanno formando un'alleanza per abbattere Big Mom. Poi, quando inizia il banchetto, Aladin e la ciurma legano Pekoms ad uno scoglio e abbandonano Whole Cake Island per tornare sull'isola degli uomini-pesce.

In seguito osserva Praline usare il suo canto per distrarre le lumache di mare territoriali, impedendo loro di emettere segnali e attirandole al di fuori delle acque di Tottoland.

Successivamente, assieme alla sua ciurma e a Praline, raggiunge la Thousand Sunny per aiutarne l'equipaggio a fuggire dai Pirati di Big Mom. Apre così un varco per permettere alla nave di passarvi attraverso, urlando a Rufy di prendersi cura di Jinbe. A quel punto, però, Charlotte Oven usa i suoi poteri per fare bollire il mare.

Subito dopo, a seguito della decisione comune del suo equipaggio, Wadatsumi sostituisce la nave della ciurma con la Sunny, portando quest'ultima dentro la sua bocca, facendo sì che l'altra venga colpita ed affondata da una cannonata. Oven però lo colpisce nuovamente, costringendo l'uomo-pesce a tornare in superficie e sputare la nave. Nel frattempo Oven lo attacca ancora con i suoi poteri, ma Aladin lo afferra tirandolo sott'acqua. Assieme alla sua ciurma attacca poi la flotta di Big Mom, scambiando anche alcuni colpi con Oven, impedendo alle navi di raggiungere la Sunny. Si irrita poi quando vede Jinbe tornare al loro fianco per aiutarli nella lotta. Continua a combattere, finché non vede arrivare Big Mom.

Differenze tra manga e anime Modifica

Saga di Whole Cake Island Modifica

Nell'anime viene mostrato che Aladin ed altri membri dei Pirati del Sole salvano Pekoms dagli squali ricorrendo a un corallo sparabolle.

Curiosità Modifica

  • Il suo nome e il suo aspetto, in particolare il fisico muscoloso, i capelli raccolti in una coda di cavallo e la coda, sono riferimenti a un Jinn.
  • Il tatuaggio 1TC sta per ITACHI che è l'abbreviazione di itachiuo, il nome giapponese della brotula barbata.

Note

  1. One Piece Blue Deep: Characters World.
  2. Jinbe lo rivela quando dialoga con Nettuno sulla possibilità di accettare l'offerta di entrare a fare parte della Flotta dei sette.
  3. Vol. 85capitolo 858, il medico dei Pirati del Sole consiglia a Pekoms di non sforzarsi.
  4. Vol. TBAcapitolo 901, Aladin lo usa contro Oven.

Navigazione Modifica